Cronaca

Beccato con mezzo chilo e oltre 50 piante di marijuana: i carabinieri arrestano 48enne

L'episodio è avvenuto a Gorizia. Con lui anche una 34enne italiana residente a Ronchi dei Legionari. Per lui disposto l'obbligo di dimora nel comune. Lei segnalata alla Prefettura

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Gorizia hanno tratto in arresto per importazione, coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti un cittadino macedone di 48 anni residente a Gorizia e trovato in possesso di oltre mezzo chilogrammo e 55 piante di marijuana. L'uomo (L.D., queste le iniziali) è stato fermato durante un controllo effettuato nelle vicinanze del valico di via Vittorio Veneto. Assieme al 48enne, a bordo della Kia Rio era presente anche una donna italiana di 34 anni residente a Ronchi dei Legionari, segnalata alla Prefettura di Gorizia quale assuntrice di sostanze stupefacenti. 

Nel corso del controllo del veicolo, che veniva approfondito in ragione del fatto che il conducente era un soggetto noto per i suoi precedenti in materia di sostanze stupefacenti, gli operanti hanno rinvenuto sul sedile posteriore uno zaino all’interno del quale era occultato un sacchetto in cellophane contenente circa un etto di marijuana, mentre, celati in vari scomparti del mezzo, sono stati individuati un macinaspezie ed un vasetto contenente alcuni grammi della medesima sostanza. I fermati venivano accompagnati presso il Comando Compagnia di Corso Verdi, dove i Carabinieri hanno proceduto alla perquisizione personale e a ulteriori controlli del veicolo, scoprendo che la donna occultava una bustina contenente circa un grammo di metanfetamina in polvere. 

I militari decidevano, quindi, di estendere la perquisizione e gli accertamenti anche presso l’abitazione dei due, rinvenendo presso la casa dell’uomo un consistente quantitativo di marijuana, circa mezzo kilo, confezionata in vari sacchetti di plastica e in vasetti, alcuni vassoi ove la stessa veniva fatta essiccare, nonché 55 piante di canapa indiana a vari stadi di crescita (da germogli a piante formate con le infiorescenze) che lo straniero coltivava sul terrazzo; oltre a ciò, sono stati rinvenuti vari strumenti per la coltivazione, l’essicazione, la triturazione ed il confezionamento della sostanza stupefacente e la sua pesatura di precisione, tutti elementi che hanno indotto a ritenere che lo stesso, oltre ad importare illegalmente la droga, la producesse in casa per poi spacciarla. Nella mattinata del 2 luglio u.s., l’arresto è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Gorizia, che ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Gorizia nei confronti dell’arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato con mezzo chilo e oltre 50 piante di marijuana: i carabinieri arrestano 48enne

TriestePrima è in caricamento