Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

Nei pressi di salita di Cedassammare, gli uomini della Squadra Mobile hanno rinvenuto alcuni sacchetti contenenti presumibilmente dello stupefacente che sarebbero stati lanciati dal finestrino della macchina in fuga

Alla base della sparatoria e dell’inseguimento che nel primo pomeriggio di oggi ha portato all’arresto di un cittadino italiano di 47 anni, ci sarebbe una “partita” di droga che è stata sequestrata dagli uomini della Squadra Mobile di Trieste. Alcuni sacchetti che l’uomo avrebbe avuto con sé sarebbero stati gettati dal finestrino della Mitsubishi durante la fuga terminata poi nel parcheggio dell’hotel Riviera a Grignano. A ritrovarli sono stati gli stessi uomini della Squadra Mobile impegnati nell’inseguimento che, di ritorno dal luogo dove è stato catturato il 47enne, hanno recuperato la droga.   

Alcuni di questi sacchetti (il cui quantitativo è ancora sconosciuto ndr) sono stati per l’appunto ritrovati nei pressi di salita di Cedassammare, dove i poliziotti in borghese li hanno sistemati all’interno di un cartone di birra vuoto, forse recuperato in un esercizio pubblico della riviera. Sul posto anche la Polizia Locale di Trieste ed alcuni bagnanti. 

L’uomo a bordo del suv invece, dopo aver rischiato di investire violentemente alcuni bagnanti durante la fuga, è stato arrestato e trasportato in ospedale dai sanitari del 118 perché ha riferito di sentirsi poco bene. Attualmente si trova all’ospedale di Cattinara per accertamenti. Alcuni poliziotti sono stati investiti dalla Mitsubishi nei pressi di salita di Contovello (quando sono usciti dalle autovetture per intimare l’alt al 47enne) e per questo sono stati visitati da personale sanitario a Cattinara. La macchina a bordo della quale si trovava l’arrestato (che da prime indiscrezioni sembrerebbe essere triestino ndr) risulta essere stata immatricolata in Friuli Venezia Giulia nel 2011. Le indagini sono in corso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

Torna su
TriestePrima è in caricamento