Spari a Barcola: è un avvocato l'arrestato per spaccio di droga

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, nella sua fuga ha investito dei poliziotti e ha rischiato di investire molte altre persone, poi è stato fermato dagli agenti e arrestato per spaccio di droga

Un arresto per droga dietro agli spari avvertiti ieri a Barcola nella tarda mattinata: è stato arrestato dopo un inseguimento da parte della Polizia un quarantasettenne triestino, che deteneva hashish e cocaina e che, come riportato da Il Piccolo, farebbe di mestiere l'avvocato. Si tratta di P.P., tratto in arresto dagli agenti della Sezione antidroga della Squadra Mobile per detenzione ai fini di spaccio di una sostanza stupefacente di tipo hashish e cocaina, violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere.

Gli Agenti della Squadra Mobile, che perlustravano la zona, hanno notato una persona nota per precedenti in materia di stupefacenti, alla guida di un Suv, che, alla vista della pattuglia, ha cominciato ad avere un comportamento sospetto, guardando ripetutamente lo specchietto come per capire le intenzioni dei poliziotti. Poi, giunto nei pressi di casa, anziché accostare si è rimesso in marcia. A quel punto gli operatori hanno deciso di controllarlo, approfittando del fatto che, percorrendo in direzione mare Salita di Contovello, era stato costretto a rallentare sino a fermarsi, in quanto dal lato opposto era sopraggiunta, in salita, un'altra auto.

All'uomo è stato intimato di aprire la portiera, chiusa dall’interno, senza, però, ottenere collaborazione. Anzi, non appena l’altra auto ha iniziato ad arretrare, ampliando di fatto lo spazio di manovra, P.P. è ripartito, noncurante degli agenti che si erano piazzati davanti al veicolo per intimargli più volte l’Alt. Con una improvvisa accelerazione ha quindi investito tre dei i poliziotti intervenuti, due dei quali, nell’ulteriore tentativo di bloccarlo hanno esploso, in condizioni di sicurezza, tre colpi alle gomme.

L’auto, seppur con uno pneumatico colpito, ha iniziato una pericolosa fuga lungo l’affollato viale Miramare – in direzione uscita Trieste – effettuando manovre repentine ed azzardate che hanno messo a rischio l’incolumità degli utenti e della circolazione, sino a quando le condizioni del traffico hanno consentito alla pattuglia di affiancarlo, speronarlo e costringerlo a fermarsi definitivamente nei pressi di una struttura ricettiva lungo la Strada Costiera, dopo aver percorso in velocità circa 5 chilometri. Una volta bloccato l’uomo è stato sottoposto a perquisizione, all’esito della quale è stato rinvenuto un involucro in cellophane contenente 10 grammi di hashish nella tasca dei pantaloni, nonché un coltello a serramanico, mentre nei pressi del luogo in cui aveva iniziato la fuga è stato recuperato, da un equipaggio della Polizia Locale intervenuto in ausilio, una confezione di farmaci al cui interno era occultato un ulteriore involucro contenente circa gr. 100 di cocaina, del quale l'uomo si era disfatto lanciandolo dal finestrino.

Durante la perquisizione all’interno dell’abitazione sono stati, infine, ritrovati altri due involucri contenenti complessivamente 24 grammi circa di cocaina. A seguito delle lesioni riportate nell’investimento, gli agenti sono stati trasportati al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cattinara per le cure del caso. Presso il medesimo nosocomio è stato condotto anche P.P. per accertamenti a seguito di asserito malessere. Una volta dimesso, l’arrestato è stato associato alla locale Casa Circondariale a disposizione della competente A.G.

D152F339-6D8B-4452-9914-A271648627E0-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi dopo le 18, stop alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento