Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Viveri e ricette mediche a domicilio: nasce "Spesa solidale", l'iniziativa che aiuta chi ha bisogno

Nel giro di poche ore sono già oltre 50 i giovani disponibili a fare la spesa, ad andare in farmacia, a ritirare ricette dal medico per tutte quelle persone che in questo momento non possono provvedervi da sole

Foto Aiello

C’è una Trieste che non si ferma ed è quella della solidarietà. Una Trieste che sceglie di fare la propria parte proprio perché tutti possano restare a casa in serenità, in particolare le persone anziane, quelle con disabilità, quelle più fragili e senza rete relazionale. Don Francesco Pesce, giovane sacerdote della parrocchia di Valmaura, nel giro di poche ore — grazie all’idea del dott. Stefano Martinolli dell’Ospedale di Cattinara — ha messo insieme un gruppo di oltre 50 giovani disponibili a fare la spesa, ad andare in farmacia, a ritirare ricette dal medico per tutte quelle persone che in questo momento non possono provvedervi da sole.

L’iniziativa ha ricevuto la condivisione e il sostegno del Comune, a cui è stato fornito l’elenco dei volontari e dei loro dati anagrafici. Il servizio è totalmente gratuito e non sarà accettato alcun tipo di compenso o di mancia. Per poterne usufruire basterà telefonare al numero 351 8880687 o scrivere un’e-mail all’indirizzo spesasolidalets@gmail.com ogni giorno dalle 9 alle 19.30.

I volontari saranno riconoscibili da un cartellino approvato dal Comune e timbrato dalla parrocchia Beata Vergine Addolorata e utilizzeranno tutti i presidi opportuni in queste circostanze come guanti e mascherine. Tutti sono invitati a passare parola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viveri e ricette mediche a domicilio: nasce "Spesa solidale", l'iniziativa che aiuta chi ha bisogno

TriestePrima è in caricamento