rotate-mobile
Cronaca

Spese "allegre" in Consiglio regionale: 22 consiglieri rinviati a giudizio

Tra i reati contestati c'è quello di peculato. La Corte dei conti è già riuscita nel recupero di 127.000 euro, ora il Gip si esprimerà sulle accuse della Procura di Trieste

La Procura di Trieste ha concluso le indagini riguardanti i rimborsi per le spese di rappresentanza in Regione dei consiglieri: alla fine sono 22 i politici per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio; tra i reati contestati c'è quello di peculato

Le indagini riguardano la scorsa legislatura, in particolare le spese dei gruppi consiliari tra il 2008 e il 2011: coinvolti politici del Pd, Pdl, Lega Nord, Cittadini e Gruppo misto. 

La Corte dei Conti è già riuscita a recuperare 127.000 euro circa, spese ritenute assolutamente non rimborsabili. Ora il Gip dovrà pronunciarsi sull'inchiesta della procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spese "allegre" in Consiglio regionale: 22 consiglieri rinviati a giudizio

TriestePrima è in caricamento