"Spiagge e fondali puliti", raccolti a Grado più di 400 kg di rifiuti

Sono stati trovati moltissimi frammenti di vetro e anche qualche bottiglia intera, diversi pezzi di mattoni, tegole e latterizi in genere, reti da pesca, cotton fioc, moltissima plastica tra cui alcune bottigliette ma soprattutto tubetti e microplastiche

Sono più di 400 kg i rifiuti raccolti nel giro di due ore da una cinquantina di volontari che con relativi sacchi (anche più di uno a testa) questa mattina hanno aderito alla campagna di Legambiente "Spiagge e fondali puliti" presso Punta Barbacale a Grado Pineta.

Per la prima volta a Grado, il circolo "Ignazio Zanutto" presieduto da Stefano Sponza ha organizzato questo evento in collaborazione con il Comune di Grado e le associazioni NOplanetB, Associazione Monfalcone Interetnica e il "Comitato Grado Pineta". Tutta la giunta Raugna (Sindaco, Vicesindaco Polo, assessore all'ambiente Gaddi, assessore alla cultura Polo, assessore all'Urbanistica e Verde Pubblico Fabris, assessore alle pari opportunità Lauto e il consigliere delegato allo Sport Marchesan) ha voluto fortemente prendere parte all'iniziativa ed essere presente, anche assieme alle rispettive famiglie.

Tra i 400 kg di rifiuti sono stati trovati moltissimi frammenti di vetro e anche qualche bottiglia intera, diversi pezzi di mattoni, tegole e latterizi in genere, reti da pesca, cotton fioc, moltissima plastica tra cui alcune bottigliette ma soprattutto tubetti e microplastiche, che sono le più pericolose poichè sono quelle che possono entrare nella catena alimentare. E poi molti tubi e pezzi di ferro, due teloni, vetroresina e alcune cassete di polistirolo di quelle utilizzate dai pescatori. È stato trovato anche il beccuccio di un aspirapolvere.

Con il materiale recuperato dalla pulizia del litorale è stato poi effettuato il monitoraggio "Beach litter", con l’obiettivo di indagare quantità e tipologia di rifiuti presenti sui litorali. I dati raccolti confluiranno a livello nazionale e verranno condivisi anche con ARPA. La mattinata si è conclusa con un fresco gelato offerto da Sammontana, partner di Legambiente per l'edizione 2018 della campagna.

Entusiasti il Sindaco Dario Raugna e l'assessore all'ambiente Claudio Gaddi, promotore dell'iniziativa: «Giornate come questa ci dimostrano che c'è ancora molto bisogno di educare alla cura dell'ambiente e alla corretta raccolta dei rifiuti. Quello che si riesce a trovare è da una parte sorprendente, dall'altra molto sconcertante poichè i tempi di smaltimento del vetro e della plastica o dei cotton fioc sono lunghissimi, anche migliaia o milioni di anni. Abbiamo intrapreso questo percorso con Legambiente, tra cui anche l'istituzione dello sportello energia presso l'Ufficio Ambiente, proprio perchè vogliamo rendere il nostro territorio sempre più pulito e sostenibile e stiamo già pensando alle prossime iniziative che riguarderanno anche il verde: sempre con il coinvolgimento dei cittadini. Ringrazio anche l'associazione Gradese Subacquei che sempre oggi hanno effettuato la pulizia della scultura a mare dei delfini di fronte alla diga».

20180526_094832-2

20180526_093224-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

20180526_112834-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento nubifragio sulla città, ai Vigili del fuoco raffica di richieste d'aiuto

  • Fotografa i bambini e poi scappa su un’auto blu: la segnalazione parte dal Carso

  • Soccorrono un giovane di 21 anni, operatori del 118 aggrediti con pugni e sputi

  • Blitz di CasaPound in Consiglio sull'immigrazione, consigliere leghista: "Ai migranti sparerei"

  • Covid-19: quattro nuovi casi in Fvg, salgono i ricoverati in terapia intensiva

  • A Trieste "rischio" riammissioni in Slovenia, ecco perché i migranti arrivano a Udine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento