menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stefano Alunni Barbarossa (Cittadini): " il Denaro Pubblico a Disposizione del Gruppo Regionale non e' mai stato Usato a Scopo Privato"

Riceviamo da Stefano Alunni Barbarossa consigliere regionale nel gruppo dei Cittadini e 19° indagato nell'indagine relativa alla gestione dei fondi a disposizione dei gruppi in consiglio regionale:"Prima di tutto esprimo la mia solidarietà alla...

Riceviamo da Stefano Alunni Barbarossa consigliere regionale nel gruppo dei Cittadini e 19° indagato nell'indagine relativa alla gestione dei fondi a disposizione dei gruppi in consiglio regionale:

"Prima di tutto esprimo la mia solidarietà alla gente che pretende chiarezza da un sistema che in tanti anni per la sua inadeguatezza ha negato a tutti noi i diritti garantiti dalle democrazie avanzate di tutto il mondo.
Innanzi tutto il diritto, se onesti, di vivere senza paura in un Paese dove sia assicurata la certezza del diritto, ove a regole certe uguali per tutti corrisponda anche la certezza della pena.
Di questi tempi di grande crisi economica e morale è comprensibile il senso di ribellione che monta e che tutto travolge , quello di cattivo ma, ahimé, anche quello di buono che gente onesta , ognuno nel suo settore era riuscita a realizzare.

Vorrei che per un attimo tutti i dipendenti pubblici, gli operai , gli imprenditori, i lavoratori autonomi, i negozianti, che si sentono onesti e che leggono queste mie righe pensino a come si sono sentiti quando la loro categoria è stata messa all'indice e alla berlina per colpa di pochi.

Sono onorato di aver conosciuto in questi anni tanti Consiglieri onesti sia di opposizione che di maggioranza dei quali resterò amico.

Mi trovo agli sgoccioli della mia prima legislatura come Consigliere regionale e sono lieto di aver assolto nel migliore dei modi e al massimo delle mie capacità il mandato conferitomi dal popolo che affermo qui di non aver mai tradito e al quale solo devo rispondere nei termini previsti dalla legge e dall'etica.

Non ho approfittato della mia condizione e assieme al mio collega Piero Colussi, persona di elevatissimo profilo morale, ho impiegato le risorse del gruppo in termini percentuali molto modesti rispetto a quelle disponibili.

Il nostro Gruppo consigliare è stato quello che nel 2011, sia in termini percentuali (meno del 6 per cento del totale) sia in valore assoluto (circa 8 mila e 700 euro), ha speso meno di tutti in rappresentanza e ogni uscita è stata rendicontata.
Questa voce di spesa del Gruppo è ulteriormente calata nel corso del 2012 a 5 mila e 400 euro (il 3,7 per cento del totale).

Siamo altresì sicuri che tutto il denaro pubblico a disposizione del Gruppo consiliare non è mai stato usato per scopi privati e che la gestione dei fondi ha sempre risposto a criteri di trasparenza e rispetto della legge.

Ad oggi nessuna autorità giudiziaria ha chiesto chiarimenti sul mio operato come Consigliere e come capogruppo e per altro devo registrare la perdita di buona parte dei miei diritti civili, che sono quelli dell'onorabilità, della rispettabilità, del diritto di non vivere nella paura e della possibilità di esercitare il mio diritto ad essere eletto perché divenuto incandidabile e di fatto guardato da chi non mi conosce come un appestato da evitare.

Oggi, che devo tornare a casa e spiegare a mia moglie ai miei bambini cosa sta succedendo, e dopo averlo fatto per l'intera giornata, senza sosta, a tutti coloro che hanno me come riferimento politico, ho avuto l'onore di uno spazio molto importante sul quotidiano di Trieste, la città dove vivo e lavoro , un onore che in cinque anni di impegno politico appassionato non mi era mai toccato.

La foto mi ritrae in atteggiamento preoccupato.
E' vero lo sono, un po' per me perché sebbene avvocato non ho la certezza del mio diritto, e quindi del mio domani, ma soprattutto per quello che vedo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento