menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Striscione per Regeni all'Università, Fermeglia: "Nessuna presa di posizione"

Succede all'indomani della bocciatura in Consiglio Comunale di una mozione sull'argomento, ma il rettore dichiara "è una semplice coincidenza. Lo striscione c'era anche in passato e in un punto più basso, poi la bora lo ha strappato via. Solo adesso Amnesty ce ne ha inviato un altro"

In piazzale Europa, fuori dall'edificio principale dell'Università, riappare lo striscione 'Verità per Giulio Regeni' in un momento più che mai denso di polemiche. "Era già stato esposto in passato - ha dichiarato al telefono il rettore Maurizo Fermeglia - e si trovava in un punto più basso, ma la Bora lo ha strappato via. Ne ho chiesto un'altro ad Amnesty International, ma in quel momento non ne avevano uno di quelle dimensioni. Proprio in questi giorni ce l'hanno spedito".

Oltre 20 associazioni chiedono di nuovo "Verità per Giulio"

Fermeglia: "Nessuna presa di posizione"

La notizia ha destato scalpore nell'ambiente universitario poiché la riaffissione ha avuto luogo all'indomani di una seduta del Consiglio Comunale in cui la maggioranza ha bocciato una mozione del PD che chiedeva il riposizionamento del manifesto nelle principali sedi della Regione (tramite l'adesione del Comune a una campagna di Amnesty International). "Se abbiamo appeso lo striscione oggi si tratta di una semplice coincidenza - ha assicurato Fermeglia - nel momento in cui ci è stato inviato lo abbiamo esposto".

Porro scrive ai genitori di Regeni: "La fede porta alla verità, non uno striscione"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento