menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Stuprata dall'autista del bus al ritorno da Sistiana

Giovane 24enne inglese residente a Trieste stuprata da un 38enne bosniaco, autista minibus che da Sistiana riaccompagna dopo la discoteca i giovani a Trieste. L'uomo è stato condotto in custodia cautelare al carcere di Capodistria


I FATTI: Una giovane 24enne di nazionalità inglese ma residente a Trieste nella notte tra giovedì 19 maggio 2016 e venerdì 20, avrebbe subito ripetute violenze sessuali da parte di un 38enne di  origine bosniaca residente a Sesana, autista del minibus che da Sistiana riaccompagna dopo la discoteca i giovani a Trieste. L’uomo è stato condotto in custodia cautelare al carcere di Capodistria mentre l’accaduto è al vaglio dei carabinieri e della polizia slovena.

LA DENUNCIA: festa universitaria privata presso la discoteca Cantera di Sistiana, una giovane studentessa di nazionalità britannica residente a Trieste comincia a sentirsi stanca. Ha bevuto qualche bicchiere con gli amici è contenta ma sente che i fumi dell’alcol, il ballo e l'affaticamento le intorpidiscono la mente. Le fa male anche un ginocchio perché ha ballato tanto e ma si è divertita e non vuole rovinare la festa agli altri quindi decide di tornare a casa.

Non guida perché ha bevuto e decide di usufruire del servizio di minibus fuori dalla discoteca. Sale a bordo è qui comincia il suo incubo peggiore. È sola a bordo, troppo presto perché ci siano altre persone di ritorno e nel tragitto da Sistiana a Trieste l’orco alla guida, un 38enne di nazionalità bosniaca, ferma il veicolo per stuprarla. Lo fa più volte abusando di lei con violenza (omettiamo i particolari del racconto volutamente) per poi scaricarla in piazza Oberdan in evidente stato di shock.

La 24enne ha appena la forza di chiamare un taxi per farsi riaccompagnare finalemente a casa, a San Giacomo. Il giorno dopo la denuncia ai carabinieri di via dell’Istria. 
L’autista è stato tradotto nel carcere di Capodistria in attesa delle indagini in equipe tra carabinieri e polizia slovena.

LA REPLICA DEL CANTERA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento