Superbonus, Bluenergy avvia a Trieste il primo cantiere per la riqualificazione energetica

Partiti i lavori del condominio di Via Commerciale 158-158/1 che sarà uno dei primi della città a beneficiare delle agevolazioni previste dal maxi incentivo

via Commerciale, foto d'archivio

Hanno preso il via a Trieste i lavori del primo cantiere di Bluenergy Group, player di riferimento nel Nord Italia per la fornitura di luce, gas e servizi, per la riqualificazione energetica del condominio "Commerciale" con la formula del Superbonus 110%.

Grazie al progetto messo a punto da Bluenergy, il condominio situato in via Commerciale 158-158/1 a Trieste e formato da 24 unità abitative, sarà uno dei primi in città a beneficiare delle agevolazioni previste dal Superbonus 110% e tornerà a una nuova vita energetica con notevoli risultati in termini di sostenibilità e impatto sull’ambiente.

I lavori prevedono la riqualificazione integrale della centrale termica condominiale, il rifacimento del cappotto su tutte le facciate dell'edificio e la coibentazione della copertura. Il condominio di via Commerciale diventa così un "condominio green": gli interventi infatti porteranno al miglioramento di due classi energetiche dell'edificio, a una riduzione del fabbisogno energetico di oltre il 40% e a un risparmio energetico di circa 30.000 kWh all'anno/mq, consentendo di evitare l'emissione di circa 6 tonnellate di CO2.

Bluenergy Group, attraverso l’expertise della propria società Bluenergy Assistance, ha coordinato il progetto di riqualificazione energetica dell’edificio, fungendo da vero e proprio hub per la conduzione dei diversi attori impegnati nell’opera. Bluenergy Group infatti mette in campo progetti di riqualificazione chiavi in mano seguendo tutte le fasi operative, dalla diagnosi dei bisogni energetici, all'elaborazione dei progetti, al coordinamento delle maestranze coinvolte, per arrivare a tutti gli aspetti amministrativi, inclusa la gestione delle asseverazioni richieste per poter usufruire degli incentivi fiscali.

Gli interventi di riqualificazione energetica saranno realizzati con notevoli vantaggi per il condominio che potrà beneficiare degli incentivi fiscali previsti nell'ambito del Superbonus 110% e, grazie al meccanismo della cessione del credito d'imposta, nella speciale formulazione dello sconto in fattura, potrà cedere il credito fiscale a Bluenergy. In questo modo la cifra che dovrà sostenere il committente è pari soltanto a circa il 3% dell'importo totale dei lavori ed è limitata alla quota parte non coperta dagli incentivi fiscali previsti dal Superbonus 110%.

Quello partito a Trieste è solo il primo cantiere Bluenergy realizzato secondo la logica del Superbonus 110%. La multiutility con sedi a Udine e Milano ha infatti allo studio, attraverso Bluenergy Assistance e Rettagliata Tech, le società che compongono il polo tecnico del Gruppo, numerosi progetti di riqualificazione energetica con il Superbonus 110% e due progetti pilota sulle comunità di autoconsumo condominiale, incluse nella platea dei soggetti beneficiari del Superbonus 110% con il Decreto Milleproroghe, che saranno avviati nel 2021 in Friuli Venezia Giulia e Lombardia e che in un futuro prossimo potranno diventare dei veri e propri modelli da replicare in tutti i territori in cui Bluenergy è attiva.

Alberta Gervasio, Amministratore Delegato di Bluenergy Group ha commentato: "Il cantiere di Trieste ha un valore simbolico perché rappresenta il primo intervento realizzato da Bluenergy per lavori di riqualificazione energetica con la speciale formula del Superbonus 110%. Questo è solo il primo di una serie di interventi che partiranno in Friuli Venezia Giulia e che, insieme ai progetti nel campo delle riqualificazioni e del consumo collettivo a cui stiamo lavorando anche in Lombardia, Veneto e nelle regioni in cui siamo presenti, dimostrano come il Superbonus, così come gli incentivi ancora in vigore come l'Ecobonus, rappresentino una grande opportunità e un cambio di paradigma per incentivare lo sviluppo e la promozione di un uso intelligente dell'energia e un driver di crescita strategico per il nostro Gruppo in un'ottica di sostenibilità e di volontà di supportare il territorio offrendo soluzioni innovative e incentrate sull'efficienza energetica. L'esperienza maturata sulla cessione del credito da Bluenergy attraverso le proprie società tecniche e già consolidata con il precedente Ecobonus è una garanzia per chi sceglie di affidarsi alla nostra realtà che negli anni ha costituito un polo dei servizi specializzato nell'efficientamento energetico di edifici e complessi condominiali e sviluppato un modello fondato su un network, di cui Bluenergy è il pivot, in grado di mettere a disposizione dei clienti prodotti, servizi, e competenze al più alto livello, come dimostrano le collaborazioni con numerosi operatori che scelgono di lavorare con il nostro gruppo che è sempre alla ricerca di nuovi partner. L'auspicio è che il Superbonus 110% possa essere prorogato come da recenti previsioni oltre l’attuale scadenza del 31 dicembre 2021 dal momento che gli operatori hanno atteso fino a ottobre 2020 per poter avere a disposizione tutta la normativa necessaria per avviare gli interventi e necessitano di un tempo maggiore per rispondere alla grande mole di richieste. Prorogare il Superbonus inoltre è una grande opportunità per i nostri territori di riqualificare ed efficientare il patrimonio immobiliare, contribuendo a rilanciare, anche in questo difficile contesto, l’economia del territorio in un’ottica di sostenibilità.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

  • "Stop asporto dalle 18 nei bar e regioni ‘chiuse’ in zona gialla", Speranza presenta il nuovo Dpcm

Torna su
TriestePrima è in caricamento