Cronaca

Stop ai tamponi per chi arriva in Italia dalla Croazia

L'ordinanza, in vigore fino al 15 ottobre, è stata firmata dal ministro della Salute Speranza e non prevede i test per chi arriva dalla vicina repubblica

Per entrare in Italia arrivando dalla Croazia non servirà più effettuare il test molecolare o antigenico. La notizia è stata riportata da Radio Capodistria oggi 8 ottobre e rappresenta l'aggiornamento degli elenchi dei Paesi cosiddetti a rischio CoViD-19 da parte del ministero della Salute italiano. L'ordinanza è stata firmata dal ministro Speranza e rimarrà in vigore fino e comunque "non oltre il 15 ottobre 2020". 

Stop quindi all'obbligo di presentazione al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell’attestazione di essersi sottoposte, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo, all'obbligo di "sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento" e all'isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora. 

Queste misure invece permangono per i cittadini di Belgio, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai tamponi per chi arriva in Italia dalla Croazia

TriestePrima è in caricamento