Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Piazza della Libertà, 8

Taxi abusivo davanti alla Stazione: multa per un 50enne triestino, fermo del veicolo e carta di circolazione sospesa

La Polizia locale, ricevuta la segnalazione, ha subito cominciato gli accertamenti che hanno trovato riscontro nei fatti

Trasporta tre persone dall'aeroporto di Treviso fino a Trieste, la Polizia locale scopre che si tratta di taxi abusivo. È successo qualche sera fa: dopo aver preso in carico una segnalazione sull'argomento, gli operatori hanno attivato i dovuti controlli, gravitando nell'area della Stazione Centrale dove maggiore è il movimento dei taxi: «Si consideri che il trasporto pubblico, taxi compresi, è uno dei biglietti da visita della città: stroncare attività abusive in questo settore non è sono solo una garanzia per gli operatori in regola ma tutela anche i diritti dei turisti/consumatori», spiega la Polizia locale.

La pattuglia vede arrivare in piazza Libertà un Chrysler con targa italiana, senza segni che lo identifichino come taxi: accosta davanti all'ingresso della Stazione, dalle portiere posteriori escono tre passeggeri mentre il conducente li anticipa per scaricare le valige. Gli operatori sospettano che si tratti di una situazione irregolare e il controllo che segue dà loro ragione: i passeggeri confermano di aver prenotato online il passaggio da Treviso a Trieste, pagandolo 34 euro a testa. La carta di circolazione della Chrysler indica invece che il mezzo è ad uso esclusivamente privato.

«Da un'indagine più approfondita è emerso che i clienti prenotano il passaggio online su una piattaforma digitale con sede in Slovenia - spiega la nota della Polizia locale -. Per risparmiare qualche euro ci si priva di tutte le garanzie che un servizio in regola deve dare, a partire dagli aspetti assicurativi in caso di sinistro stradale a quelli sulla sicurezza: i tassisti professionali e i loro veicoli, infatti, sono soggetti a più controlli ed esami che accertino i requisiti psico-fisici per i primi e l'efficienza per i secondi, proprio in considerazione dell'importante servizio che svolgono quotidianamente».

Il conducente (M.V. 50 anni, di Trieste) ha ricevuto la sanzione di 85 euro, il ritiro della carta di circolazione e il fermo del mezzo da uno a sei mesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi abusivo davanti alla Stazione: multa per un 50enne triestino, fermo del veicolo e carta di circolazione sospesa

TriestePrima è in caricamento