Cronaca Isontino

Tbc a Staranzano: test su 30 persone. Gli esperti: «Remote possibilità di contagio»

Dopo il caso di tubercolosi polmonare nella scuola superiore Einaudi Marconi si stanno effettuando i test Mantoux che daranno i primi risultati tra tre giorni

Sono circa 30 le persone dell'istituto Einaudi Marconi che oggi si sottoporranno ai test per la tubercolosi dopo che uno studente della scuola superiore di Staranzano ha contratto la malattia. Gianni Cavallini, direttore del dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria bassa friulana-isontina, dichiara ai microfoni del Tgr Fvg che la probabilità di contagio è remota, e si tratta comunque di una patologia con bassissima endemia nel nostro territorio.

Antonio Poggiana, direttore amministrativo dell'azienda sanitaria, spiega: «È già stata definita una strategia di controllo, oltre ai familiari diretti verranno controllati anche i compagni di classe e quelli di un altro corso che il ragazzo segue nel pomeriggio , e anche i professori».
La procedura si chiama "Test di Mantoux", consiste nell'iniezione di una sostanza per verificare la reazione del corpo, e i primi risultati saranno disponibili lunedì, poi il test sarà ripetuto tra due mesi.

La scuola questa mattina è rimasta aperta e non si sono registrate assenze definitive. Lo studente è ricoverato in ospedale ma in buone condizioni di salute, lo conferma il dirigente scolastico Marco Fragiacomo: «Oggigiorno la malattia si può curare con degli antibiotici, quando il ragazzo si sarà rimesso sarà accolto come sempre nella nostra scuola». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tbc a Staranzano: test su 30 persone. Gli esperti: «Remote possibilità di contagio»

TriestePrima è in caricamento