Cronaca

Teatro Verdi, assessore Tonel: «416.000 euro in meno, abbandonato da Governo e Regione»

L'assessore ai teatri del Comune di Trieste, Serena Tonel, sulla riduzione dei contributi da parte del Fus, per il teatro Verdi del Capoluogo giuliano

«Sono 416 mila euro in meno per il Verdi: il Teatro è stato abbandonato da Governo e Regione». Lo dichiara l'assessore ai Teatri del Comune di Trieste Serena Tonel.

«Un taglio dei contributi dal Fus (Fondo Unico per lo Spettacolo, ndr) che ci lascia senza parole - spiega Tonel - specie in ragione degli ottimi risultati conseguiti lo scorso anno e degli esiti della campagna Stagione Sinfonica appena conclusa, che ha visto incrementi di incasso e di pubblico pari rispettivamente al 20 e al 25%. Se a questi dati aggiungiamo che, a un mese dall'apertura della Stagione Lirica, gli abbonati sono cresciuti del 5% rispetto al 2015, davvero si stenta a capire l'origine della sforbiciata del Ministero».

«Duole inoltre constatare il mutismo della Regione, ente che dovrebbe essere quello più vicino al Governo e che vanta peraltro un assessore alla Cultura che detiene la carica di coordinatore di un tavolo nazionale tra i suoi omologhi».

«In questo quadro - prosegue l'assessore - il Comune di Trieste è l'unico a profondere sforzi economici immani per assicurare al Teatro cifre superiori agli ultimi anni, indispensabili per rispettare il piano di risanamento e garantire contestualmente attività culturali di alto livello, posti di lavoro e indotto».

«L'opposizione, anziché intervenire inutilmente contro il centrodestra, si sforzi pertanto di accantonare pregiudizi di stampo ideologico e si levi contro chi, all'interno dello stesso Partito Democratico, permette che tale scempio abbia luogo».                
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Verdi, assessore Tonel: «416.000 euro in meno, abbandonato da Governo e Regione»

TriestePrima è in caricamento