Cronaca

Salute, Telesca: «Ruolo importante dei dirigenti per attuazione della nuova riforma regionale»

Lo ha dichiarato l'assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca, intervenendo all'assemblea del Sindacato dirigenti servizio sanitario (Ppa), che raggruppa i dirigenti amministrativi, tecnici e professionali, svoltasi a Pordenone, nella sede della Società operaia

«I dirigenti della sanità sono tra i soggetti che maggiormente possono favorire l'affermazione della riforma e il cambiamento».

Lo ha dichiarato l'assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca, intervenendo all'assemblea del Sindacato dirigenti servizio sanitario (Ppa), che raggruppa i dirigenti amministrativi, tecnici e professionali, svoltasi a Pordenone, nella sede della Società operaia.

L'assessore Telesca ha ricordato di essere orgogliosa di appartenere alla categoria dei dirigenti della salute, proprio perché il loro apporto, ora, sarà essenziale per l'affermazione di una riforma del sistema sanitario regionale che mira a porre i cittadini al centro della programmazione, e dei servizi.

In precedenza, da parte dei rappresentanti dell'organizzazione di categoria era stata illustrata una serie di proposte e di suggerimenti per l'attuazione della riforma.

Mentre l'intervento dell'assessore Telesca è stato ampiamente condiviso dal sindacato e dai partecipanti all'assemblea, che è proseguita nella mattinata.

I dirigenti della sanità hanno infatti espresso ampia disponibilità a interagire assieme alla Regione per favorire un cambiamento Telesca Maria Laura che ottimizzi in particolare i servizi a vantaggio dei cittadini.

D'altro canto, aveva sostenuto l'assessore, è importante che i dirigenti della sanità si riapproprino dei compiti di coordinamento e di gestione della salute, che loro competono.

L'assessore Telesca aveva aperto il proprio intervento soffermandosi sulle fondamenta, i contenuti, e i motivi della riforma.

Sulle valutazioni che avevano spinto la Giunta Serracchiani a porre mano all'organizzazione della salute, per considerare le reali esigenze delle persone.

La struttura della riorganizzazione del sistema è frutto, come ha precisato l'assessore, di una lunga e approfondita serie di consultazioni.

Mentre la riforma agisce anche sul metodo di utilizzo dei finanziamenti.

E se anche il settore sanitario ha risentito della situazione congiunturale sfavorevole, in sede di assestamento di bilancio saranno previsti nuovamente fondi per gli investimenti nella salute.

La Telesca ha poi parlato dell'istituzione dell'Egas (Ente gestione accentrata dei servizi), che riunisce le direzioni delle aziende sanitarie.

Ma che prefigura un modello di confronto e di condivisione, che per l'assessore dovrà essere replicato a tutti i livelli del sistema sanitario, al fine di favorire il raggiungimento degli obiettivi della riforma, con il fine di omogeneizzare il sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia, a vantaggio di tutti i cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute, Telesca: «Ruolo importante dei dirigenti per attuazione della nuova riforma regionale»

TriestePrima è in caricamento