Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tensione al Silos: profughi armati di spranghe (VIDEO)

 

Il sopralluogo al Silos di "Stop prima Trieste" e "Noi nazionalisti forconi" rischia di scaturire in una rissa, con tanto di spranghe (nello specifico quelli che sembrano tubi di metallo) branditi dai profughi che hanno trovato riparo nella struttura fatiscente. 

La tensione documentata dal video è palpabile: i toni sono accesi e di aperto scontro. Volano insulti e minacce. I profughi cercano di cacciare Marco Prelz e Deborah (Stop prima Trieste) e Giacomo Sturniolo e Antonio Carrese (Noi nazionalisti forconi) che rispondono «questa è casa nostra, non è Kabul».

A ristabilire la calma, con la fuga degli stranieri all'interno della struttura del Silos (scavalcando la recinzione metallica predisposta per evitarne l'accesso), l'arrivo della Polizia che ha raccolto le testimonianze dei «cittadini, non politici» che hanno effettuato questo nuovo sopralluogo.

Da sottolineare che in precedenza, gli stessi triestini, avevano effettuato un controllo in piazza Libertà, anche lì scontrandosi con alcuni  stranieri che «hanno cercato di colpire a calci un piccione perchè hanno fame», spiegano.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TriestePrima è in caricamento