Cronaca

La Turchia aiuta la Croazia: attraverso Trieste 100 moduli abitativi per Petrinja

L'operazione è stata possibile grazie al coinvolgimento di Samer & Co. Shipping

Cento unità abitative a bordo di 50 camion stanno transitando in questi giorni lungo l’Autostrada del mare Turchia-Trieste: si tratta di case di emergenza che il governo turco ha messo a disposizione della Croazia nell’ambito dell’operazione di aiuti “Time for Brotherhood”. Il convoglio umanitario raggiungerà Petrinja e le zone circostanti, epicentro degli eventi sismici di questi giorni. L’operazione ha visto il coinvolgimento della Samer &Co. Shipping, del terminalista portuale Samer Seaports & Terminals e della compagnia di armamento DFDS che ha gestito, a titolo gratuito, il trasporto lungo il Mediterraneo dal punto di vista logistico.

Le parole di Samer

Si è trattato di una operazione svolta in tempi molto rapidi, con una prima parte di carico - 15 camion per 30 case d’emergenza - trasportata il 6 gennaio e una seconda parte - 35 camion con 70 abitazioni - che si concluderà sabato con l’arrivo al Terminal Ro-Ro del Porto di Trieste della “Ephesus Seaways”. Viste le dimensioni dei moduli abitativi e la giornata festiva, le forze dell’ordine, il sistema doganale, l’Anas e l’Autorità Portuale, con il coordinamento della Prefettura di Trieste, hanno contribuito con un impegno sostanziale nella riuscita della missione: “Un ringraziamento - ha dichiarato Enrico Samer, presidente di Samer &Co. Shipping - va a tutte le autorità coinvolte, che in pochissimo tempo hanno reso possibile il passaggio lungo le strade dei camion, la cui dimensione, considerando in particolare la larghezza, è oltre agli standard: l’autostrada del mare e il sistema logistico triestino hanno saputo, grazie all’impegno di tutti, rispondere con efficacia e velocità”.

Il coinvolgimento del governo turco

I cento moduli abitativi sono stati messi a disposizione dal governo turco attraverso la AFAD, l’agenzia del ministero degli Interni turco che si occupa di coordinare e gestire i rischi connessi ai terremoti. L’agenzia opera internamente - visto l’alto numero di sismi che hanno epicentro in Turchia - e svolge operazioni umanitarie, intervenendo in caso di terremoti sulla base di accordi internazionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Turchia aiuta la Croazia: attraverso Trieste 100 moduli abitativi per Petrinja

TriestePrima è in caricamento