Cronaca

Krsko ancora ferma, gli esperti nucleari italiani: "Nessun impatto radiologico"

L'Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione si è messo subito in contatto con l'omologa struttura slovena. La centrale ancora in stato di stop automatico

La centrale nucleare slovena di Krško si trova ancora in arresto automatico di sicurezza e non sarebbero state registrate "anomalie di funzionamento". A sostenerlo è l'Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione attraverso una nota inviata agli organi di informazione. Quelle che vengono definite "normali procedure di stabilizzazione" hanno portato ad una situazione "sotto controllo" senza che l'aspetto radiologico conseguente all'evento, abbia provocato impatti sull'ambiente. 

Il sisma in Croazia fa riemergere il dibattito su Krsko

Contatto immediato

Sin dal primo violento sisma del 28 dicembre, le autorità italiane in materia di sicurezza nucleare si erano messe immediatamente in contatto con i tecnici della centrale di Krsko. "Uno scambio di informazioni che non si è mai interrotto - fanno sapere da Roma - permettendo un tempestivo aggiornamento anche in occasione del sisma di ieri 29 dicembre". Le due autorità nucleari basano il loro rapporto sull'accordo bilaterale stipulato nel 2010 e rinnovato di recente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Krsko ancora ferma, gli esperti nucleari italiani: "Nessun impatto radiologico"

TriestePrima è in caricamento