Forte terremoto a 50 chilometri da Krsko, i vertici della centrale: "Nessun impatto"

Lo staff della centrale nucleare è stato attivato immediatamente per iniziare l'ispezione interna. "Nessun impatto ambientale"

Il violento sisma il cui epicentro è stato registrato questa notte alle porte di Zagabria non ha avuto alcun impatto sulla centrale nuclare di Krsko in Slovenia. A renderlo noto è l'Amministrazione per la Sicurezza Nucleare Slovena che questa mattina ha emesso due comunicati stampa per ribadire come le iniziali preoccupazioni sulle conseguenze del terremoto fossero infondate. 

Violento terremoto devasta la capitale croata, leggi la notizia

Lo stesso sistema di monitoraggio sismologico della centrale ha registrato il sisma e lo staff si è immediatamente attivato per ispezionare i sistemi di funzionamento e sicurezza interni. L'operazione è stata definita "preventiva". La centrale di Krsko continua ad operare a pieno regime. "Non si sono registrati impatti ambientali". Nel frattempo il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha voluto esprimere la propria solidarietà al popolo croato. "Vi siamo vicini, metteremo a disposizione le nostre competenze in materia di terremoti". 

Aggiornamento del pomeriggio, la nota dell'Arpa

La radioattività in aria misurata dalla stazione di monitoraggio dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa) di Udine, non rileva alcuna variazione rispetto ai valori di fondo naturale. La seconda verifica effettuata nel pomeriggio odierno, domenica 22 marzo, dal Centro Regionale per la Radioprotezione di Arpa, conferma che il terremoto di magnetudo 5.1 verificatosi alle 6.24 nei pressi di Zagabria (Croazia) non ha causato anomalia alla centrale nucleare di Krško.

L’analisi di spettrometria gamma del particolato atmosferico raccolta da giovedì ad oggi non evidenzia alcuna presenza di radionuclidi artificiali al di sopra della minima attività rilevabile. Nessun valore anomalo neppure per la radiazione gamma in aria (vedi figura).Il Centro Regionale per la Radioprotezione è il nodo per il Friuli Venezia Giulia della rete nazionale per il controllo della radioattività ambientale, sia in situazioni ordinarie che in caso di emergenza. Il centro è operativo h24.

L’Agenzia per la sicurezza nucleare della Repubblica Slovena (SNSA) ha già inviato comunicazione all’Ispettorato nazionale per la sicurezza e la radioprotezione (ISIN) d’aver ispezionato tutti i sistemi e le strumentazioni della centrale, senza rivelare alcuna deviazione dalle condizioni normali di funzionamento; la strumentazione di controllo non ha, inoltre, registrato alcun allarme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento