menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Finchè no scampa el morto nisun farà niente", le reazioni social all'ennesimo incidente sulla GVT

Questa mattina intorno alle 10.30 ennesimo sinistro nello stesso tratto interessato da numerosi incidenti negli scorsi giorni. Tra i gruppi facebook abbiamo raccolto le prime reazioni, tra le preoccupazioni e le presunte responsabilità

Sono prese di posizione durissime quelle che sono apparse questa mattina dopo il terzo incidente verificatosi sull’ex GVT all’altezza della curva dell’Italcementi. Dopo i due sinistri di ieri infatti, intorno alle 10.30 di martedì 4 Dicembre, una macchina con alla guida una donna si è cappottata facendo intervenire la Polizia, i Carabinieri e i sanitari del 118. La persona alla guida non dovrebbe aver riportato traumi gravi.

“Finchè no scampa el morto nisun farà niente"

Come detto, dopo i tre sinistri in meno di 24 ore nello stesso punto, dopo aver appreso la notizia le persone sui diversi gruppi facebook hanno iniziato a commentare, chi adducendo a responsabilità delle polveri della Ferriera, chi all’asfalto scivoloso, chi si è lanciato in un ben più fatalistico “finchè no scampa el morto nisun farà niente".

L'incidente di questa mattina: una macchina si cappotta

“Se te va a 50 no te sbrisi” potrebbe rappresentare la reazione che generalmente invita alla prudenza, mentre “le polveri dell’Italcementi va sulla carreggiata e crea limo” rivela una sorta di generale istruttoria popolare, molto in voga nella comunicazione al tempo dei social.

“Le polveri”

Altro dito puntato poi contro le polveri della Siderurgica Triestina che “tanto xe el mix de pulviscolo della feriera+italcementi+umidità”. “Te farà passar i muli co la machineta una volta al mese a lavar?” così un altro commento.

Una postazione autovelox?

Non ne abbiamo raccolti di più perché altrimenti non vedrebbero la fine. Ciò che diventa importante, e le segnalazioni e i commenti da parte dei cittadini lo confermano, è che tre incidenti in meno di 24 ore dovrebbero bastare per dare il la ad un monitoraggio frequente della strada; inoltre, una postazione autovelox – come vorrebbe far posizionare il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, stante ad indiscrezioni – potrebbe far desistere gli automobilisti nel percorrere quel tratto ad alta velocità, certamente tra le cause dei sinistri.

Tutte le postazioni autovelox di questa settimana

Presentation1-5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento