Cronaca

I tessuti artigianali che fanno gola alle grandi case di moda

Abbiamo intervistato Alice Gregori (Arteviva), che ci ha raccontato com'è nata la sua passione per la tessitura e il percorso che l'ha portata a progettare tessuti per privati e grandi case di moda

Si chiama Alice Gregori, ha 27 anni e come una moderna Penelope crea e progetta tessuti artigianali. Un mestiere insolito per noi che, nel 2018, siamo ormai proiettati verso il mondo digitale. Noi, abituati a trovare tutto pronto senza fermarci a pensare cosa ci possa essere dietro.
Eppure dietro gli abiti delle grande case di moda, i tessuti che vediamo nelle boutique o in qualche vetrina ci sono ragazze giovani come Alice che ancora mantengono alto il nome del made in Italy.

Per raccontare i tessuti artigianali, la loro lavorazione e come si sviluppa al giorno d'oggi un mestiere di questo tipo, abbiamo deciso di intervistarla.

"Amo l'idea che da un filo si possa creare qualcosa: un tessuto, un accessorio, un'installazione artistica".

Nata a Ronchi - da due anni abita a Trieste -  ha scoperto questa passione durante i suoi studi all'Istituto d'arte di Gorizia: "Di mestiere progetto e realizzo tessuti artigianali sia per privati che per grandi aziende. Il mio percorso si è sviluppato in maniera abbastanza casuale: ho cominciao ad innamorarmi della tessitura all'Istituto d'arte, grazie ad Antonella Pizzilongo, la mia insegnante. Di quel mondo amavo e amo l'idea che da un filo si possa creare qualcosa: un tessuto, un accessorio, un'installazione artistica".

04arte[5688]-2

Ma la scuola ti dà solo le basi, poi sta a noi utilizzare al meglio gli strumenti che abbiamo. E Alice lo sa molto bene: "Finito il percorso scolastico ho deciso di non iscrivermi all'università: ho sempre preferito la manualità alla teoria. Per un paio d'anni, devo dire, ho fatto tantissimi e svariati lavori, anche se parallelamente ho sempre cercato di mandare avanti il mio lato artistico, quello legato alla tessitura. Ho comprato un telaio ed ho realizzato delle opere artistiche che ho portato a varie mostre. In una di queste ho incontrato Liviana Di giusto e Elena Sanguankeo che sono state - e che sono tutt'ora- le mie maestre".

La collaborazione con Liviana di Giusto e Arte Viva

"Il caso - aggiunge Alice- ha voluto che io facessi un corso post diploma improntato su moda e sartoria. Il percorso terminava con uno stage all'interno di un laboratorio o azienda del settore, ed io ho avuto la fortuna di farlo a Udine proprio da Liviana, che da 40 anni realizza tessuti per abbigliamento e arredamento. A differenza di altre, che rimangono sempre fedeli alle tradizioni, Liviana è una di quelle che invece ostenta, sperimenta. Con lei ed Elena è nata subito una grande complicità e così, ad oggi, lavoro ancora con loro".

Una storia senza dubbio affascinante, una di quelle che ti fa credere ancora che le passioni, come i sogni, sono sempre da seguire. Oggi Alice realizza e progetta tessuti per privati e grandi case di moda. Un piccolo grande passo verso un futuro brillante, fatto sicuramente di grandi sacrifici, responsabilità e impegno.

09arte[5685]-2

Arte Viva

"In Italia siamo in due, forse tre, che fanno questo tipo di lavoro al nostro livello. Quando lavoriamo con grandi case di moda o aziende solitamente ci viene dato un tema; noi sviluppiamo l'idea, realizziamo un prototipo e se viene scelto, va in produzione. Facciamo prevalentemente sciarpe o semilavorati e ogni singolo pezzo viene realizzato filo dopo filo".

I tessuti di Arte Viva a Trieste

Ovviamente le produzioni sono sempre limitate e il risultato è, possiamo dirlo, una forma d'arte. Per chi volesse vedere i loro lavori, Alice ed Elena vi aspettano a Barbacan Produce. Vedrete con i vostri occhi e toccherete con mano dei tessuti che vanno oltre l'eredità che la Storia ci ha lasciato

DSC00194[5682]-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tessuti artigianali che fanno gola alle grandi case di moda

TriestePrima è in caricamento