rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca

Test Invalsi, protesta dell'Unione degli Studenti: bavaglio sulla statua di Joyce (FOTO)

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

In vista del boicottaggio di massa della del test invalsi del 12 maggio, la notte del 5 maggio (ad un anno dall'enorme sciopero generale contro la riforma “Buona Scuola”) abbiamo deciso di imbavagliare alcune statue presenti nella nostra città per denunciare la direzione verso la quale queste prove stanno orientando il sistema formativo italiano, ovvero un modello unicamente frontale e nozionistico che non lascia spazio alla mente e alla creatività de* studenti i quali, quindi, non possono quindi esprimere e migliorare le proprie capacità critiche, fondamentali per la formazione di un soggetto attivo nella società.

Dal costo di 14 milioni di euro l'anno, questo test trasforma gli studenti in numeri da inserire in una statistica, fa perdere ore di lezione per la preparazione alla prova stessa e orienta la didattica verso il mero nozionismo. Rifiutiamo il modello delle crocette: a livello nazionale come Unione degli Studenti abbiamo lanciato la campagna “Nessuno ci può giudicare”, per l'introduzione di altri strumenti valutativi, come l'autovalutazione, la valutazione bi-direzionale tra studente e docente e la valutazione narrativa, che descrive l'andamento progressivo del soggetto in formazione, superando quindi l'attuale voto numerico, fine a sé stesso.

Vogliamo una scuola che ci insegni a ragionare: contro un modello che vorrebbe un Joyce senza flussi di coscienza, un saba che non scrive poesie ed uno Svevo a corto di idee, boicottiamo l'INVALSI: cambiamo radicalmente la scuola, per un altro mondo possibile.

Unione degli Studenti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test Invalsi, protesta dell'Unione degli Studenti: bavaglio sulla statua di Joyce (FOTO)

TriestePrima è in caricamento