Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus e smart working: Tim potenzia la fibra ottica a Trieste

L’iniziativa dà attuazione al decreto “Cura Italia” per l’emergenza Covid-19 e alle conseguenti misure di Agcom per potenziare le infrastrutture di rete nel Paese. Tim "Trieste quasi completamente coperta da fibra

Più banda ultralarga in arrivo in Fvg e a Trieste grazie a un piano di Tim, che accelera sullo sviluppo di questa tecnologia a Trieste e in altri 18 comuni della Regione. Un'iniziativa che risponde alle esigenze crescenti della popolazione in vista dell'emergenza coronavirus e della crescente necessità di ricorrere allo smart working e alle lezioni a distanza in Friuli Venezia Giulia. Si vuole in particolare rispondere alle disposizioni del decreto “Cura Italia” e alle misure urgenti di Agcom riguardanti i servizi a banda larga e ultralarga.

Le "aree bianche"

Si interverrà in particolare sulle cosiddette "aree bianche", definite a “fallimento di mercato”, dove di norma gli operatori non investono (ad esempio perché perché scarsamente abitate) ma gli interventi sono supportati da sovvenzioni statali. Il piano, già da oggi rende disponibili i collegamenti in fibra ottica nelle “aree bianche” di 19 comuni distribuiti sull’intero territorio regionale, che aumenteranno progressivamente nel corso delle prossime settimane, attraverso l’accensione di 93 armadi stradali collegati alla rete FTTC (Fiber to the cabinet).

La situazione a Trieste

Tim rende noto che a Trieste la copertura FTTC è circa dell’89% del territorio, e in aprile è stato effettuato un intervento "in una zona di confine di tipo commerciale". Trieste ha inoltre già per circa il  60% del territorio la copertura FFTH che permette velocità fino ad 1 Gigabit al secondo in download. In sostanza, fa sapere Tim, l’attuale situazione di Trieste la vede quasi totalmente coperta da fibra.

Cos'è la rete FTTC

La definizione di FTTC sta per Fiber To The Cabinet, ovvero “fibra fino all'armadio” stradale, da cui si dipanano poi i cavi che conducono alle singole abitazioni. Questi ultimi non sono più in fibra ottica, ma in rame. La tecnologia FTTC è quindi mista, si presenta in fibra fino all'armadio stradale e prosegue in rame fino a dentro l'abitazione dell'utente. Si distingue dalla FTTH che sta per  Fiber To The Home  e indica l'opzione più veloce. Con la tecnologia FTTH l'utente ha accesso alla fibra ottica direttamente a casa sua, con prestazioni elevatissime. Viene anche detta iperfibra e raggiunge velocità di 1 Gigabit al secondo in download, consentendo una trasmissione rapidissima anche di file pesanti, come ad esempio dei video.

Gli altri 18 comuni del Friuli Venezia Giulia già oggetto di questo intervento sono San Floriano Dell Collio, Turriaco e Romans d'Isonzo per la provincia d Gorizia,; Fiume Veneto, Pasiano Di Pordenone, Pravisdomini, San Martino Al Tagliamento e Valvasone Arzene per la provincia di Pordenone; Bagnaria Arsa, Basiliano, Fagagna, Fiumicello Villa Vicentina, Palmanova, San Pietro al Natisone, Tarcento, Tarvisio, Tolmezzo e Tricesimo per la provincia di Udine. Tim, sulla base del programma di copertura, ha già “acceso” i servizi a banda ultralarga nei comuni che rientrano  nella prima tranche di interventi, rendendoli disponibili sia alla clientela retail, sia a quella wholesale.

Grazie a questo importante programma infrastrutturale, un sempre maggiore numero di cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni é abilitato ai servizi a banda ultralarga fino a 200 Mbps per soddisfare la crescente domanda di connettività nelle zone rurali e a bassa densità abitativa del Paese, anche nell’ottica di sostenere lo Smart working.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e smart working: Tim potenzia la fibra ottica a Trieste

TriestePrima è in caricamento