rotate-mobile
Cronaca

«Tito liberatore», stasera si vota la sfiducia a Furlanič (Sondaggio)

10.44 - Quindici i consiglieri ad aver firmato la mozione di sfiducia in seguito alle dichiarazioni del presidente del Consiglio comunale

Attesissimo Consiglio comunale questa sera alle 20 (ci si riunisce alle 19.30 come al solito, ma prima ci sono le interrogazioni e le domande di attualità): si decide il futuro del presidente Iztok Furlani? in seguito alle sue dichirazioni a mezzo stampa con le quali ha dipinto Tito come liberatore di Trieste.

Dichiarazioni che avevano creato immediato scalpore tra l'opposizione i cui esponenti, in seguito alle mancate dimissioni, hanno deciso di presentare una mozione di sfiducia che appunto questa sera sarà messa ai voti. Quindici erano i firmatari: Franco Bandelli e Alessia Rosolen (gruppo Un’Altra Trieste), Everest Bertoli, Maurizio Bucci e Piero Camber (gruppo Forza Italia), Paolo Rovis e Manuela Declich (gruppo Pdl), Roberto De Gioia (Lista civica indipendente), Roberto Antonione, Claudio Giacomelli e Carlo Grilli (Gruppo misto), Alfredo Cannataro (Cannataro con Trieste e per Trieste), Michele Lobianco (Lobianco Impegno civico), Paolo Menis e Stefano Patuanelli (Movimento 5 Stelle).

Proprio questi ultimi, Menis e Patuanelli, a differenza degli altri, «in seguito le reazioni alla nostra posizione sono state discordanti abbiamo ritenuto opportuno chiedere agli attivisti come votare la mozione di sfiducia: in modo favorevole alla sfiducia (Furlanic non può più ricoprire il ruolo di presidente del Consiglio), contro la sfiducia (Furlanic deve continuare a ricoprire il ruolo di presidente del Consiglio), con un voto di astensione». Le votazioni, a cui al momento hanno partecipato 67 persone e saranno attive fino alle 17 di oggi a questo link, al momento sono pro-sfiducia (47 voti).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Tito liberatore», stasera si vota la sfiducia a Furlanič (Sondaggio)

TriestePrima è in caricamento