Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Topi e Acqua nei Corridoi del 118 di Trieste

La denuncia arriva da Matteo Modica, responsabile provinciale dell'Ugl Sanità In merito al problema della mancanza di una sede idonea per il servizio 118, Matteo Modica, responsabile provinciale di UGL Sanità, parla chiaro: «Finora nessuno ha mai...

La denuncia arriva da Matteo Modica, responsabile provinciale dell'Ugl Sanità

In merito al problema della mancanza di una sede idonea per il servizio 118, Matteo Modica, responsabile provinciale di UGL Sanità, parla chiaro: «Finora nessuno ha mai evidenziato i grossi problemi che, quotidianamente, gli operatori sono costretti ad affrontare a causa della presenza di ratti, sia nella centrale operativa sia nell' autoparco, per non parlare poi dei corridoi allagati in caso di pioggia con i pannelli elettrici a contatto dell' acqua, della mancanza di sicurezza negli spogliatoi allocati all'interno di un container in un'autorimessa con i mezzi parcheggiati».

«Nessuna notizia è stata riportata - incalza Modica - in merito ai locali non a norma, che, se fossero stati di proprietà di un privato sarebbero già stati chiusi proprio dai tecnici dell' Azienda Sanitaria e dai Vigili del Fuoco».

«Il problema della Sede poteva essere già risolto da tempo, essendo stati ristrutturati diversi edifici nell'ambito del comprensorio di san Giovanni, di proprietà dell'Azienda Sanitaria, ma si vede che il servizio 118 non è stato mai tenuto in debita considerazione - conclude Modica -. Credo che la situazione sia divenuta davvero insostenibile e umiliante per chi ogni giorno combatte contro gli innumerevoli problemi da risolvere. Il personale del 118 chiede ed ha diritto a fatti concreti e non a parole».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Topi e Acqua nei Corridoi del 118 di Trieste

TriestePrima è in caricamento