rotate-mobile
Fogli di via

Disordini durante il corteo per Cospito, anarchici triestini e goriziani banditi da Torino

Per i disordini scoppiati durante la manifestazione organizzata a Torino sabato scorso la questura piemontese ha emesso 28 fogli di via obbligatori. Tra loro anche persone residenti a Trieste e Gorizia

TORINO - Ci sono anche anarchici provenienti dal Friuli Venezia Giulia tra le 28 persone che la questura di Torino, nell'ambito dei disordini verificatisi sabato 4 marzo durante il corteo per Alfredo Cospito, ha bandito dal capoluogo piemontese. I fogli di via obbligatori, emessi dal questore Vincenzo Ciarambino, vanno da un periodo di un anno fino ad un massimo di tre. I manifestanti partiti dalla nostra regione sono residenti a Trieste e Gorizia. Ad oggi le persone denunciate per i fatti avvenuti sabato scorso sono 47. Molti manifestanti sono stati accompagnati in questura nelle fasi precedenti il corteo. Secondo quanto riportato da fonti di polizia ai manifestanti sono stati sequestrati "caschi, maschere antigas, martelli, piedi di porco, bombe carte, bastoni, fumogeni, coltelli, petardi e scudi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disordini durante il corteo per Cospito, anarchici triestini e goriziani banditi da Torino

TriestePrima è in caricamento