menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torneo benefico Carboni, premiate le forze dell'ordine: con San Nicolò si mette in Moto raccolti 25 mila euro

Primo posto alla Polizia Slovena, premiata al torneo di calcetto in memoria di Loretta Carboni che ha contribuito a raccogliere fondi a favore di bambini e mamme

Oltre 25 mila euro raccolti e donati a favore della Fondazione Luchetta D’Angelo, Hrovatin e Ota e ai bambini della Casa famiglia Gesù Bambino e di due case di accoglienza per ragazze madri. A questa bella gara di beneficenza, culminata con la festosa ventesima edizione di “San Nicolò si mette in Moto”, ha contribuito anche il tradizionale torneo di calcetto -dedicato quest'anno a Loretta Carboni, grande sostenitrice e ideatrice della manifestazione, mancata nel 2006- al quale hanno preso parte 15 formazioni di appartenenti delle forze dell'ordine e non.

Il primo posto è andato alla Polizia Stradale Slovena (SD Centaver Slo), seguita dalla Guardia di Finanza e dal II Reggimento Piemonte Cavalleria. Scorrendo la classifica seguono la Polizia Locale di Trieste, la Polizia Marittima, la Polizia Penitenziaria, il Vigili del Fuoco, la Trieste Trasporti e Ancora PS Questura, IPA Muggia, Carabinieri, Muleria Triestina, Polizia Stadale, 118 e Polizia di Frontiera.

Oggi (giovedì 15 dicembre) nella nuova caserma “San Sebastiano”, in via Revoltella 35 a Trieste -presenti anche il vicesindaco Pierpaolo Roberti, il comandante della Polizia locale Sergio Abbate e Massimiliano Pisani, presidente del Circolo “Roberto Tommasi”- si sono svolte le premiazioni del “Memorial Loretta Carboni", torneo benefico organizzato dal Circolo ricreativo della Polizia locale.

Al di la' dei vincitori e dei vinti è stato soprattutto un bel momento per sottolineare l'importanza e il valore di positive azioni di solidarietà, come “San “Nicolò si mette in moto”, di cui il “Memorial Loretta Carboni” e parte integrante, iniziative che fanno bene, aiutano a crescere e sensibilizzano tutta la comunità. Parole di apprezzamento sono venute dal comandante Sergio Abbate che ha evidenziato la validità di «un'idea positiva che riesce a dare tanto a chi ha bisogno» e che contribuisce a «fare squadra e creare uno spirito di amicizia».

«San Nicolo' si mette in moto, di cui questo torneo è parte attiva -ha sottolineato il vicesindaco Roberti- è una macchina che funziona e che produce ottimi risultati” ed “è un'iniziativa che vi rende onore e che deve continuare con sempre più successo».

Come segno di gratitudine, stima e apprezzamento, una simbolica targa è stata donata a Barbara Blasco, figlia di Loretta Carboni, e attualmente “anima” della manifestazione e punto di riferimento tra le varie realtà che contribuiscono alla riuscita di quel “San Nicolò si mette in moto” che ha raggiunto i primi vent'anni di vita e prosegue ora verso nuovi tra

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento