menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per gli amanti del cioccolato, la meravigliosa Rigojanci

Dolce tipico triestino, anche se di origine ungherese, è facilmente reperibile in tutte le pasticcerie del capoluogo giuliano. Estremamente "cioccolatosa" prende il nome dal violinista Rigò Jancsi

Torta al cioccolato tipica della cucina triestina, è di origine ungherese. Il suo nome lo deve al violinista e direttore d’orchestra Rigò Jancsi, che nel 1896, in occasione di un concerto conobbe una donna ricchissima, sposata a un principe di cui si innamorò a prima vista. La relazione tra i due proseguì nonostante le difficoltà e si racconta che fu il violinista stesso che "ispirato" dall'amore, compose questo dolce in collaborazione con un amico pasticcere.

per il pan di spagna (dose torta da 26-28 cm di diametro)

4 uova
4 cucchiai di acqua fredda
200 gr di zucchero semolato
1 bustina di vanillina
80 gr di farina
80 gr di fecola di patate
1 bustina di lievito

Lavorare bene le chiare d’uovo insieme all’acqua per montare a neve. Aggiungere dunque lo zucchero con la vanillina e mescolare ancora affinchè lo zucchero sia completamente sciolto. Aggiungete uno alla volta i tuorli e continuare a mescolare il composto. In una terrina unire la farina, il lievito e la fecola e lentamente aggiungere questi ingredienti all'altro impasto appena preparato. Versare poi il tutto in una tortiera precedentemente imburrata e infornare a 180 gradi per circa 40 minuti.

Quando si sta cuocendo la base nel forno, procedere con la preparazione della crema per la farcitura e della glassa.

per la crema

80 gr di zucchero a velo
6 dl. di panna fresca
100 g di cioccolato fondente

per la glassa

150 gr di cioccolato fondente
15 gr di burro

Per la crema mettere in un pentolino la panna, lo zucchero e il cioccolato e scaldare fino a quando bolle. Spegnere dunque il fuoco e quando raffreddata, metterla in frigorifero per circa 30 minuti. Quando il pan di Spagna sarà cotto, attendere che si sia raffreddato prima di farcirlo. Tagliarlo dunque in due merà uguali e ricoprirne una con la crema fredda, appena rimontata con le fruste renderla più spumosa e soffice. Coprire con l’altra metà della pasta per procedere con la glassatura finale. Per la preparazione di quest'ultima, far sciogliere il cioccolato con il burro e ricoprire la superficie della torta. Se si desidera, spolverare anche con un po' di cacao amaro in polvere.

Non resta che augurare buon appetito!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: calano isolamenti e ricoveri, a Trieste 167 contagi

  • Cronaca

    Vaccini: sospese le prenotazioni per gli under 60

  • Cronaca

    La Croazia riapre ai turisti: ecco le regole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento