rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Ondata di Covid in Fvg, il tracciamento è "tecnicamente impossibile"

Lo ha detto il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Per il forzista sono troppo pochi 100 euro di multa per gli over 50 che di fronte all'obbligo non si vaccineranno

"La vaccinazione resta una priorità, dobbiamo spingere l'acceleratore sulla terza dose". Lo ha detto il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, oggi nella sede dell'Azienda sanitaria Friuli occidentale (Asfo) a Pordenone. Il forzista ha ricordato che ad oggi sono circa 860.000 le persone che potrebbero vaccinarsi in terza dose ma si registrano prenotazioni per meno di 600.000 con 270.000 persone che restano ancora quindi fuori dalla partita.

"Scontiamo un ritardo nelle prenotazioni se pur vi sia ampia disponibilità nelle agende delle Aziende sanitarie. Ci stiamo organizzando per somministrare più di 300.000 vaccinazioni al mese ovvero fra 80.000 e 100.000 dosi a settimana ma a questo sforzo deve corrispondere una richiesta che ad oggi scarseggia". Da qui l'appello del vicegovernatore ai cittadini affinché proseguano anche con la terza dose che protegge dall'ospedalizzazione. Con i contagi che corrono come non  era mai successo (causa della variante Omicron) il tracciamento è "tecnicamente impossibile" visto che, come ribadisce proprio Riccardi "nel migliore dei casi la presa in carico di un positivo richiede una stima al ribasso di 20 minuti". 

Sull'obbligo vaccinale per gli over 50, Riccardi ha espresso la convinzione che "i 100 euro di multa non sono la sanzione adeguata per incentivare l'immunizzazione". Anche nella fascia 5-11 anni la domanda di vaccinazione è bassa: sono 66.000 i potenziali bambini da vaccinare ma si registrano prenotazioni per 10.000. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ondata di Covid in Fvg, il tracciamento è "tecnicamente impossibile"

TriestePrima è in caricamento