Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Traffico estivo: quasi 100.000 uscite ai caselli sulla rete di Autovie

Alle 12,00 le uscite registrate ai caselli nella fascia oraria compresa fra la mezzanotte e le 12 di oggi, sabato 5 agosto, sono state di circa 64 mila veicoli

++++aggiornamento+++

Quasi centomila i veicoli usciti dai caselli della rete autostradale di Autovie Venete alle 16,00 di oggi (sabato 5 agosto) pomeriggio, la maggior parte dei quali è transitata – ovviamente – dai caselli balneari. Il traffico è stato più che intenso durante tutta la giornata, soprattutto sulla A4, con lunghe code e rallentamenti a macchia di leopardo. I by pass (reindirizzamento del traffico) attivati in più momenti della giornata e, paradossalmente, la presenza dei cantieri, hanno contribuito notevolmente a migliorare la gestione dei flussi. Il by-pass attivato sulla A4 in direzione Trieste ha reindirizzato il traffico sulla A27/A28 per poi farlo rientrare a Portogruaro rendendo così la circolazione più fluida. La massa di veicoli, di conseguenza, è arrivata in modo meno massiccio sull’area di cantiere – poco dopo Portogruaro – dove i limiti di velocità più bassi hanno contribuito a mantenere costante l’andatura. Il secondo by-pass, operativo sulla A4, sempre in direzione Trieste, che ha reindirizzato il traffico verso la A34 Villesse-Gorizia, ha ulteriormente alleggerito il flusso diretto verso la barriera del Lisert dove la coda non ha mai superato i 4 chilometri, mentre negli anni scorsi arrivava a sette-otto chilometri. Meno disagi per tutti, quindi, e gestione più agevole anche per gli operatori impegnati su strada. Scarsi gli incidenti e tutti senza conseguenze per le persone, numerosi – invece – i soccorsi meccanici, ben 82 nell’arco di tempo compreso fra la mezzanotte e le 16,00. Sovraffollate tutte le aree di servizio soprattutto quella di Duino Sud, l’ultima rivendita di vignette (indispensabili per transitare in Slovenia) prima del confine. Black out elettrico nell’area di servizio di Gonars Sud alle 15 e 30 ancora non risolto. Attualmente (ore 18,00) il traffico è ancora molto sostenuto ma scorrevole.

Destinazione vacanze. Un fiume di auto sulla A4 dirette principalmente verso le località balneari dell’Alto Adriatico e della costa Dalmata ha caratterizzato, come ampiamente previsto, la notte fra venerdì 4 e sabato 5 agosto, con code a tratti, rallentamenti e congestioni che si risolvevano e riformavano. Un flusso che è cresciuto ulteriormente nella prima mattinata di oggi: alle 12,00 le uscite registrate ai caselli nella fascia oraria compresa fra la mezzanotte e le 12 di oggi, sabato 5 agosto, sono state di circa 64 mila veicoli, con un incremento dell’8% rispetto allo scorso anno. Tantissimi i camper e le roulottes in transito, per la maggior parte con targhe straniere. Alle 13,00 si registravano lunghe code le code fra Meolo, in Veneto e San Giorgio di Nogaro in Friuli Venezia Giulia, code in entrata a Latisana, code in uscita a San Donà e rallentamenti, in uscita, a San Stino di Livenza e Cessalto. Tre i chilometri di coda in uscita alla barriera di Trieste Lisert. Molto più lunghe le colonne di auto e quindi i tempi di attesa al confine di Dragona (Koper verso Istria-Umago), e a Starod verso Rieka in direzione della costa dalmata. Pochi e di lieve entità gli incidenti, risolti velocemente: si tratta, nella maggior parte dei casi, di piccoli tamponamenti tipici delle situazioni cosiddette di “stop and go”, quando difficilmente gli automobilisti mantengono la distanza di sicurezza. Una minima distrazione è sufficiente per causare un tamponamento che crea la congestione e poi la coda. Più volte, durante la mattinata è stato attivato il by pass A27/A28 una sorta di percorso alternativo che permette ai veicoli provenienti da Venezia di “saltare” il tratto di A4 più congestionato per poi rientrare a Portogruaro. Una soluzione adottata da Autovie Venete e Cav pubblicando sui pannelli a messaggio variabile l’itinerario alternativo da seguire e messa in atto per garantire la percorribilità in sicurezza della rete autostradale e che coinvolge tre concessionarie: Autovie Venete, Cav (che gestisce il Passante di Mestre) e Auostrade per l’Italia per quanto riguarda la A27. Reindirizzamento del traffico “virtuale” anche dalla A4 verso la A34 Villesse-Gorizia per evitare un allungamento eccessivo della coda a Trieste Lisert

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico estivo: quasi 100.000 uscite ai caselli sulla rete di Autovie

TriestePrima è in caricamento