"Trafficante" fermato nella notte con 17 cuccioli in bagagliaio

L'uomo è stato fermato dalla polizia Slovena nei pressi di Crevatini, a poca distanza dal confine. I cani gli avrebbero fruttato un guadagno da 2000 euro l'uno. Avvertite le autorità italiane

Aveva 17 cuccioli "stipati" in bagagliaio ma è stato fermato dalla Polizia di Capodistria in piena notte. È successo venerdì 30 ottobre, alle 2.26: gli agenti di polizia hanno fermato una Opel Vectra con targa ungherese a Crevatini, in prossimità del confine. Il conducente, un cittadino ungherese di 52 anni, trasportava nel bagagliaio 10 barboncini e 7 bulldog francesi di circa due mesi. I cuccioli erano stati accuditi correttamente, avevano cibo e acqua, ma i documenti non c'erano o erano falsificati. L'informazione è stata trasmessa anche alle autorità italiane, che hanno raccolto ulteriori informazioni sull'acquisto di cani in Italia: la vendita avrebbe fruttato 2mila euro per ogni cagnolino. Gli animali sono stati portati dalla polizia al rifugio per animali di S. Anton. Gli agenti di polizia hanno anche emesso una sanzione al cittadino ungherese in quanto inosservante della restrizione di movimento tra le 21.00 e le 6.00, emanata per arginare la curva dei contagi in Slovenia.

psi6-2

psi7-2

psi1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

Torna su
TriestePrima è in caricamento