Trasporti, via libera ai rimborsi per abbonamenti e biglietti inutilizzati causa Covid

Confermati anche gli sconti sugli abbonamenti che verranno emessi per l'anno scolastico 2020-2021

Foto Aiello

Rimborsi per il mancato utilizzo degli abbonamenti e dei biglietti del trasporto pubblico locale causa Covid-19 e conferma degli sconti sugli abbonamenti che verranno emessi per l'anno scolastico 2020-2021 con riduzione di prezzo estesa anche agli studenti che utilizzeranno il servizio urbano per il percorso casa-scuola. I provvedimenti sono stati adottati dalla Giunta regionale nella seduta odierna approvando, su proposta dell'assessore ai Trasporti, due apposite delibere.

Studenti e lavoratori

La prima riguarda i rimborsi a favore di studenti e lavoratori che avevano acquistato biglietti di viaggio e abbonamenti annuali sia ferroviari che del trasporto pubblico locale, utilizzati però solo in parte a causa del lockdown.  Gli indirizzi adottati dalla Giunta regionale sono finalizzati ad assicurare omogeneità nelle modalità di rimborso sul territorio regionale. Potranno presentare domanda di rimborso i possessori di abbonamenti mensili, tranne per quelli acquistati prima del 10 marzo 2020, ai quali sarà risarcito solo il mese di marzo 2020. A coloro che invece avevano sottoscritto un abbonamento annuale verranno rimborsate due mensilità, che saliranno a tre per gli abbonamenti annuali scolastici e per quelli scolastici a prezzo ridotto per studenti residenti in Friuli Venezia Giulia.

Corse semplici

Invece per i possessori dei biglietti ferroviari di corsa semplice, se i titoli di viaggio sono stati acquistati prima del 10 marzo 2020 con scadenza nel periodo compreso tra il 10 marzo e il 17 maggio, l'impresa ferroviaria emittente riconoscerà un voucher di pari importo. Per titoli di corsa semplice ferroviari senza scadenza o con scadenza, acquistati successivamente al 10 marzo, non è previsto alcun rimborso. I biglietti di corsa semplice e pluricorsa validi sugli autobus urbani ed extraurbani e sui servizi marittimi, non saranno rimborsati in quanto non prevedono scadenza di utilizzo. 

Il rimborso

Per quanto riguarda le modalità, il rimborso sarà effettuato unicamente tramite l'emissione di voucher usufruibile entro il 31 dicembre 2020 in unica soluzione, il cui valore sarà proporzionale al periodo di mancato utilizzo e spendibile in un'unica soluzione. L'acquisto dei titoli con l'utilizzo del voucher potrà avvenire solo nelle biglietterie dell'azienda mittente o, dove disponibile, su webticketing. Il voucher sarà emesso dalla società in cui era stato acquistato il relativo abbonamento e potrà esser utilizzato per l'acquisto di titoli di viaggio di competenza territoriale della azienda stessa. La richiesta andrà presentata entro il 31 novembre 2020 sul portale dedicato dell'Azienda che ha emesso l'abbonamento o nelle sue biglietterie. La delibera non riguarda invece gli abbonamenti ferroviari a tariffa sovraregionale; le modalità di applicazione della misura dovranno infatti necessariamente essere coordinate a livello nazionale, riguardando titoli di viaggio utilizzati e forniti da Aziende con contratti con più regioni, esulando quindi dagli indirizzi territoriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

  • "Stop asporto dalle 18 nei bar e regioni ‘chiuse’ in zona gialla", Speranza presenta il nuovo Dpcm

Torna su
TriestePrima è in caricamento