Cronaca

Trasporto pubblico, tariffe invariate nel 2017 e a Trieste il biglietto scende di prezzo

Restano inoltre in vigore tutte le agevolazioni tariffarie introdotte nel 2016 a favore di studenti, famiglie e viaggiatori abbonati

Le tariffe del trasporto pubblico locale in Friuli Venezia Giulia per l'anno 2017 restano invariate rispetto a quelle applicate nel 2016, tariffe peraltro già congelate dal 2015. Lo ha deciso la Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e territorio Mariagrazia Santoro, approvando la delibera che fissa il regime tariffario a partire dal prossimo primo gennaio per i servizi di trasporto pubblico locale automobilistico, ferroviario, marittimo e tranviario. Restano inoltre in vigore tutte le agevolazioni tariffarie introdotte nel 2016 a favore di studenti, famiglie e viaggiatori abbonati.

La Giunta ha approvato anche la proroga dei servizi di trasporto pubblico locale su gomma e marittimi agli attuali gestori, fino all'avvio del nuovo affidamento conseguente all'aggiudicazione della gara d'appalto regionale. Gli attuali gestori continueranno quindi a fornire il servizio di trasporto su base provinciale fino alla fine di agosto. Come spiega Santoro «non si tratta di una mera prosecuzione poiché le Aziende di Tpl hanno dato la loro disponibilità ad avviare, senza oneri aggiuntivi per la regione, nuovi servizi sperimentali in risposta a quanto ci era stato richiesto dal territorio. Possiamo così potenziare in particolare i servizi scolastici e alcuni collegamenti extraurbani a beneficio di lavoratori e turisti».

Il nuovo accordo prevede pertanto alcuni servizi aggiuntivi che per Santoro «consentiranno di testarne la reale attrattività in vista del futuro cambio di gestore che, a fronte degli esiti della gara, porterà in dote percorrenze aggiuntive rispetto a quelle attuali, pari a 2,8 milioni di chilometri».

Nel tariffario 2017 sono comunque previste alcune novità, a partire dall'unificazione in tutta la regione del costo del titolo di viaggio urbano (orario intera rete di Trieste 60 minuti e corsa semplice per le altre reti urbane) a 1,25 euro. Con l'effetto che il costo del biglietto orario intera rete 60 minuti a Trieste si abbassa da 1,35 euro a 1,25 euro. I minori di 10 anni accompagnati da familiare in possesso di regolare titolo di viaggio viaggeranno gratuitamente su bus urbani ed extraurbani (compresi servizi tranviari). Finora l'accesso gratuito era consentito solo per minori fino ad 1 metro di altezza. Nelle giornate di sabato e domenica viene introdotto uno sconto a favore dell'utilizzo del treno per spostamenti turistici interni: sui servizi ferroviari in ambito regionale gestiti da Trenitalia è prevista, infatti, dal mese di febbraio 2017, l'applicazione di uno sconto del 20% del costo del biglietto di corsa semplice (tariffa 39/7/1).

Quanto al trasporto su gomma, l'accordo di proroga con le società gestrici introduce servizi sperimentali su tutto il territorio. A Trieste e nell'Isontino la sperimentazione riguarda il potenziamento dei servizi scolastici nel capoluogo e la prosecuzione dei nuovi collegamenti sperimentali con la Fincantieri di Monfalcone. Sono in corso di valutazione inoltre l'attivazione di un servizio festivo di collegamento con Fernetti e l'intensificazione del servizio festivo Trieste-Muggia. Nell'area udinese sono previste ulteriori percorrenze dall'autostazione Tarvisio e verso le frazioni e nuove tratte derivanti dalla messa in esercizio del terminal studenti di Udine. In sostituzione del servizio ferroviario attualmente sospeso, vengono introdotti i collegamenti diretti dal polo scolastico di Cervignano del Friuli ai Comuni di Muzzana del Turgnano e Palazzolo dello Stella. Nel Pordenonese verranno attivati nuovi collegamenti mattutini, al di fuori delle fasce orarie di punta, sulle direttrici Pordenone, Fiume Veneto, Zoppola, San Vito e Prata, Pasiano, Azzano X; queste ultime per migliorare il collegamento con il polo sanitario azzanese.

Da segnalare infine una novità introdotta da Trenitalia regionale, che rende più flessibile il biglietto elettronico. Dal 22 dicembre scorso il biglietto regionale elettronico si è allineato a quello cartaceo, consentendo un cambio data o orario ed il rimborso per rinuncia al viaggio, fino alle 23.59 del giorno precedente a quello inizialmente scelto, attraverso l'area riservata "I miei viaggi" su trenitalia.com, App Trenitalia o nella sezione "Cerca e modifica il biglietto" su trenitalia.com.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, tariffe invariate nel 2017 e a Trieste il biglietto scende di prezzo

TriestePrima è in caricamento