Cronaca Sgonico

Tre Passeurs Arrestati sul Carso

Un’ operazione degli uomini della IV Zona della Polizia di Frontiera – Settore di Trieste nella mattinata di ieri, ha consentito l’arresto di tre tunisini, A.W. di anni 25, A.M. di anni 32 e C.M. di anni 30, non tutti in regola con le norme...

Un' operazione degli uomini della IV Zona della Polizia di Frontiera - Settore di Trieste nella mattinata di ieri, ha consentito l'arresto di tre tunisini, A.W. di anni 25, A.M. di anni 32 e C.M. di anni 30, non tutti in regola con le norme nazionali di soggiorno.
I controlli sulla fascia confinaria, sempre intensi, hanno permesso alla Polizia di Frontiera di intercettare due veicoli in transito in entrata del Territorio Nazionale presso l'ex valico di Fernetti.
Una autovettura Y10 con targa italiana precedeva un furgone per trasporti merci.

A bordo della predetta autovettura prendevano posto due stranieri di origine presumibilmente magrebina e così pure il conducente del furgone che sembrava essere sulla scia della Y10.
Particolari che non sono sfuggiti agli investigatori esperti nel valutare i flussi di cittadini stranieri.
I conducenti dei predetti veicoli dopo aver imboccato la Grande Viabilità Triestina accortisi del movimento sospetto alle loro spalle hanno tentato l'improvvisa fuga uscendo con una manovra repentina e pericolosa presso lo svincolo di Prosecco.
Ne è seguito un inseguimento ma gli operatori di frontiera avevano già provveduto a sistemare tutti i posti di controllo necessari.
I due veicoli venivano fermati definitivamente in zona Sgonico in corrispondenza della S.S. 202.
Ai controlli di rito e all'apertura delle porte del furgone, luce ed aria fresca venivano assaporati da otto giovani nord africani tutti ovviamente senza alcun documento.
Risultavano stranieri, maschi di età compresa tra i 17 ed i 29 anni trasportati clandestinamente in condizioni precarie nel nostro paese alla ricerca di migliori condizioni di vita.
Gli otto clandestini, rinchiusi nella parte posteriore del furgone, zona non finestrata e priva di prese d'aria, giacevano stesi sul pianale in pessime condizioni igienico-sanitarie con accanto anche indumenti sporchi e pericolosamente esposti in caso di sinistro stradale.
Il loro viaggio, presumibilmente, è cominciato parecchio tempo fa con un primo spostamento per mare seguito da soste e viaggi su strada per raggiungere un paese dell'Europa occidentale sempre in balia di organizzazioni dedite al "traffico" di esseri umani. Il viaggio però si è interrotto immediatamente nella giornata di ieri.
La Polizia di Frontiera fatti i debiti accertamenti ha arrestato i tre passeurs per violazione dell'art. 12/1 Decreto Legislativo nr. 286/98 e successive modifiche per favoreggiamento di immigrazione clandestina, sequestrato l'autovettura, non il furgone perché oggetto di noleggio e tutto il materiale necessario al prosieguo delle indagini.
Agli otto nord africani clandestini è toccata l'immediata riammissione in Slovenia come da accordi bilaterali correnti.
I tre passeurs, come detto, sono stati associati presso la locale Casa Circondariale a disposizione della A.G..
Sale quindi a 20 il numero dei favoreggiatori rintracciati dall'inizio dell'anno dalla Polizia di Frontiera di Trieste (di cui 17 arrestati) e 74 sono i clandestini bloccati nel medesimo periodo sul nostro altopiano carsico.





In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre Passeurs Arrestati sul Carso

TriestePrima è in caricamento