Treni, raffica di ritardi e rallentamenti per guasto alla linea tra Aurisina e Trieste

Coinvolti una quindicina di treni, ritardi fino a un'ora. Il guasto è avvenuto sull'unico binario attivo dopo lo svio del 23 giugno scorso. Previsti autobus sostitutivi

Aggiornamento: 9.50, dopo un intervento dei tecnici RFI è ripresa la normale circolazione dei treni. Gli effetti sono stati: un intercity con un ritardo di 20 minuti10 regionali con ritardi da 40 a 100 minuti, un intercity e 6 regionali limitati e auto sostituiti, 1 regionale cancellato.

Un guasto sulla linea Venezia-Trieste si è verificato alle 7 di questa mattina tra il bivio di Aurisina e Trieste e al momento il traffico in direzione del capoluogo giuliano è rallentato di circa un'ora. Ritardi che per ora hanno coinvolto una quindicina di treni, considerando che la linea è già in corso di risanamento a causa dello svio di un treno lo scorso 23 giugno, in particolare un binario è già interrotto fino al 29 agosto per lavori.

Stamattina, in aggiunta a questo disagio, si è guastato il sistema di distanziamento dell'unico binario attivo e per i treni regionali in direzione Trieste si è attivato il servizio di autobus sostitutivi. Al momento 200 persone sono partite con il bus da Cervignano, altre 100 da Bivio Aurisina e altre 300 saranno trasportate da Monfalcone. I tecnici Rfi sono sul posto e stanno lavorando per risolvere il problema.

A giugno 7000 cicloturisti sulle tratte regionali di Trenitalia

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

Torna su
TriestePrima è in caricamento