rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Trieste, 1814 incidenti stradali in un anno: dimezzati quelli mortali

Sono 4 le persone decedute in città in seguito a un sinistro, 566 gli schianti che hanno visto feriti: i dati sono stati divulgati dal comandante della Polizia locale Sergio Abbate in merito ai rilievi effettuati dal suo corpo. Dal 2004 al 2014 oltre 68 mila violazioni al codice della strada

A Trieste si è passati dagli 11 incidenti stradali mortali del 2013 ai 4 dell'anno scorso. Sempre nel 2014 sono stati rilevati dalla Polizia locale di Trieste 1814 incidenti, di cui 1244 solo con danni alle cose e 566 con feriti. I dati sono stati divulgati nel corso della conferenza stampa svoltasi questa mattina nella sala giunta del Comune, dove il vicesindaco Fabiana Martini e il comandante della Polizia locale Sergio Abbate hanno presentato l'analisi della Polizia locale (che rileva di fatto più del 90% cento degli incidenti a livello provinciale e il 95% di quelli sul territorio comunale) sugli incidenti stradali avvenuti a Trieste.

martini abbate-2«Li presentiamo - ha spiegato il vicesindaco Martini - perchè siamo convinti possano contribuire a migliorare la cultura della sicurezza sulla strada: “dati confortanti”, ma nonostante ciò bisogna prevenire e continuare a questa cultura, perché la sicurezza è in primo luogo una questione di cultura». Fabiana Martini ha ricordato anche le azioni di educazione alla mobilità realizzate nelle scuole materne, elementari, medie e superiori della nostra città, oltre alle iniziative di prevenzione, con corsi di guida sicura e responsabile e un costante lavoro di rete in collaborazione con Miur, Regione Friuli Venezia Giulia, Aci e i Comuni della Provincia.

«È vero che i dati sono confortanti - ha osservato il comandante Sergio Abbate -, è stato dimezzato il numero dei morti sulle strade rispetto all'anno precedente e si riscontra un trend in constante discesa dal 2001 al 2014. Nonostante ciò dal 2011 al 2014 ben 26 persone sono decedute per incidente stradale, di queste 16 erano pedoni (con un'età media di 78 anni), 9 erano conducenti (8 motociclisti e un ciclista di età media di 42 anni) e uno era passeggero di motociclista. Ma ogni cittadino deve essere sensibilizzato a prestare la massima attenzione (oltre a rispettare le regole), così riusciremo ad arrivare a quello che a me sembrava un obiettivo utopistico e che ora ritengo realistico: zero morti sulle strade di Trieste».

Dal 2004 al 2014, la Polizia locale di Trieste ha esercitato azioni di prevenzione rilevando quasi 68 mila violazioni al codice della strada. Tra queste: quasi 4 mila per mancanza di cinture di sicurezza, 7 mila e 300 per uso del telefonino durante la guida, 14 mila e 700 per superati limiti di velocità, quasi 29 mila per non aver rispettato il semaforo, oltre 1 mille e 100 per guida in stato di ebbrezza e ancora 8 mila mancate revisioni e 3 mila e 500 assicurazioni non in regola.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste, 1814 incidenti stradali in un anno: dimezzati quelli mortali

TriestePrima è in caricamento