Domenica, 21 Luglio 2024
Guerra e beneficenza

"Trieste aiuta Ucraina": il Comune attiva il numero d'emergenza

Tutte le informazioni per chi vuole contribuire alle spese relative all’accoglienza e alle prime necessità degli amici ucraini e dei loro bambini

ll Comune di Trieste con il prezioso supporto della Caritas e di altri soggetti del Terzo Settore, tra i quali in particolare la Comunità di Sant'Egidio, ha deciso di coordinare le accoglienze in famiglia delle persone che fuggono dalla guerra in Ucraina. E’ attivo il numero di telefono 040 9714545, operativo dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17, dal lunedì al venerdì, che sarà il centro informativo del Servizio Sociale del Comune di Trieste per l’emergenza Ucraina. 

Allo 040 9714545 potranno rivolgersi: persone/famiglie che danno la loro disponibilità all'accoglienza di profughi; associazioni o mediatori che danno la loro disponibilità gratuita a collaborare; persone che offrono appartamenti liberi e disponibili a titolo gratuito. Il filtro delle persone/famiglie disponibili ad accogliere profughi sarà svolto dal Gruppo Affidi del Comune di Trieste, che si occuperà di effettuare le opportune verifiche per confermarne l'idoneità all'accoglienza. Una volta individuate le famiglie disponibili verrà effettuato l'incrocio con nuclei di profughi da collocare in accordo con Caritas. Tutte le segnalazioni di disponibilità da parte di persone e/o associazioni vanno indirizzate allo 040 9714545.

Si ricorda inoltre che il Comune di Trieste ha già attivato anche un IBAN per raccogliere elargizioni in denaro e contribuire alle spese relative all’accoglienza e alle prime necessità degli amici ucraini e dei loro bambini. A tal fine, chi desidera (singoli cittadini, imprese e associazioni)e vuole dare un contributo, può provvedere ad un versamento di denaro sul conto corrente

COMUNE DI TRIESTE

IBAN: IT 44 S 02008 02230 000001170836

BIC/SWIFT: UNCRITM10PA

Con la specifica causale “GUERRA UCRAINA”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Trieste aiuta Ucraina": il Comune attiva il numero d'emergenza
TriestePrima è in caricamento