Cronaca Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Unità d'Italia

Presidio antirazzista: "Troppo odio tra le persone"

La manifestazione si è svolta in piazza Unità d'Italia questo pomeriggio. Il presidio "nato in maniera spontanea". "Troppo razzismo, va combattuto"

Circa 600 persone hanno partecipato questo pomeriggio tardo in piazza Unità a Trieste al presidio organizzato da "Trieste Antirazzista". Presenti alla manifestazione il Comitato Danilo Dolci, il Partito Democratico, la Cgil Fiom, Articolo 1 e altre sigle. 

Il messaggio 

"Sembra che Trieste vi siano solo persone votate al culto dell'insicurezza e della xenofobia" ha affermato Fabio Feri, portavoce di Trieste Antirazzista. "Questo presidio è nato in maniera spontanea. Abbiamo passato un'estate piena di notizie orribili, esternazioni che anni fa non avremmo mai potuto immaginare. 11 attacchi razzisti in meno di due mesi, migranti trattati peggio dei cinghiali, veleno razzista che passa attraverso una campagna ideologica e di cui Salvini è responsabile, basta ascoltare le dichiarazioni di Salvini nei confronti della magistratura. Dobbiamo dimostrare solidarietà verso e costruire un insieme di richieste da fare alla politica. Non dobbiamo piegarci alla creazione della paura dell'immigrato". 

Le parole delle persone

Durante la manifestazione molte persone hanno preso la parola. Gianluca Paciucci, dell'Associazione Tina Modotti: "Anche qui a Trieste, dopo gli incontri di Catania e di Milano, abbiamo pensato fosse opportuno rispondere ai provvedimenti del governo che sembra vedano nei migranti il nemico da combattere. La Lega Nord e il Movimento 5 Stelle stanno perdendo la ragione. Sono contento - ha concluso Paciucci - della piazza plurale e diversa,del fatto che ci siano organizzazioni e associazioni di sinistra e del mondo cattolico, come pure la presenza dei moderati. È importante questa reazione anche perché penso si possa e si debba andare avanti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidio antirazzista: "Troppo odio tra le persone"

TriestePrima è in caricamento