Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Trieste con il Centro chiuso solo con la Veggenza dell'Arpa perche' i Dati non ci sono

Trasmettiamo la segnalazione pervenutaci da Andrea Sessa, editore di Trieste Oggi Tv Ringrazio Giovanni Ianesich che mi ha proposto di esprimermi sul suo autorevole giornale online in merito alla chiusura del centro città a causa delle PM 10...

Trasmettiamo la segnalazione pervenutaci da Andrea Sessa, editore di Trieste Oggi Tv

Ringrazio Giovanni Ianesich che mi ha proposto di esprimermi sul suo autorevole giornale online in merito alla chiusura del centro città a causa delle PM 10. Cercherò di esprimermi in maniera semplice al fine di rendere comprensibile a tutti il messaggio utilizzando magari termini non esatti ma più alla portata di mano.

Pochi giorni fa, l'assessore all'ambiente del Comune di Trieste ha presentato un piano che cerca di prevenire l'inquinamento sulla base di dati di previsioni forniti dall'Apra che tengono conto di molti fattori (vento, pioggia, sole ecc ecc) Queste previsioni però, dovrebbero in linea teorica dover trovare conferma nei dati che l'agenzia per l'ambiente della regione fvg fornisce al Comune. ARPA che per altro costa un sacco di soldi ai cittadini.

Ebbene nella giornata di sabato scorso, con il centro chiuso, posso immaginare che tutti noi eravamo curiosi di poter consoscere se la "limitazione" al traffico veicolare avesse avuto effetto. Questo alle 14, ora in cui sono stati diffusi dall'Arpa i dati sull'inquinamento è stato impossibile. La quasi totalità delle centraline avevano il dato ND "non disponibile". Ma come, chiudiamo il centro e non sappiamo se è servito o meno?

La cosa che più lascia perplessi è il dato di venerdì: anche in questo caso la maggioranza dei dati non erano disponibili e quindi non è stato possibile (in teoria) verificare se abbiamo sforato. Inutile dire a naso che l'inquinamento c'era eccome. Ma poichè non possiamo basarci sul fare i veggenti ma sui dati completi risulta essere quantomeno imbarazzante per il Comune il dire: E' tutto inquinato bisogna chiudere!".

Tra le altre cose, i dati della centralina di via Svevo sono ormai diventati un miraggio. A questo punto mi chiedo se l' Assessore Laureni, intenda fare la voce grossa con l'ARPA obbligandoli a sistemare le centraline o a fornire i dati, o se il blocco del traffico si attua in base alle previsioni di qualche sensitivo dell'ARPA.

Inoltre, non esistono limitazioni agli impianti industriali. Questa situazione farebbe pensare, anche ai non maligni come me, che forse i dati non ci sono perchè andrebbero a dimostrare che le fonti di inquinamento non sono il traffico striminzito che ci è rimasto ma le industrie. Se l'ARPA, non è in grado di garantire quotidianamente i dati di tutte le centraline, per le quali ricordo si pagano migliaia di euro, allora la Regione e il Comune si affidino ad altri.

Angosciante è stata la risposta dell'assessore Laureni da me interpellato: alla mia richiesta di prendere informazioni sulla mancata diffusione dei dati sull'inquinamento, l'assessore cordialmente mi ha risposto chiedendomi che cosa mi preoccupasse. Non voglio commentare oltre. Dico solo che Laureni è un tecnico e le cose le sa. Alla Sara Vito dico se non sia il caso di commissariare la Provincia di Trieste che a tutt'oggi non ha fatto un piano sulla prevenzione dell'inquinamento. Il PAC per le industrie.

La Presidenza si lamenta che sarebbe un danno chiudere l'Ente. Ma se non riescono a gestire neanche quelle quattro cose che hanno, che ci fanno a stare la?

Ringrazio dello spazio. Approfitto per ricordare che a Conconello abbiamo cambiato frequenza e quindi molti apparecchi televisivi devono essere risintonizzati. grazie ancora per l'ospitalità e auguri per i vostri tre anni,
Andrea Sessa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste con il Centro chiuso solo con la Veggenza dell'Arpa perche' i Dati non ci sono

TriestePrima è in caricamento