Cronaca

Tavoli e bicchieri pieni: Trieste festeggia la zona gialla con l'aperitivo in centro

Nonostante il tempo incerto, i triestini non rinunciano al rito dell'aperitivo: "sembra di essere tornati alla normalità". Via Torino e piazza Barbacan tra le mete più gettonate per il brindisi alla libertà

Foto Aiello

Tavoli pieni e un'elettrizzante All Along The Watchtower di Jimi Hendrix che da qualche bar risuona nell'aria ma non riesce a coprire il piacevole brusio delle tanto attese chiacchiere e il tintinnio dei bicchieri sui tavoli. Nel primo giorno di zona gialla, i triestini tornano a rianimare i locali del centro e a darsi appuntamento per il tradizionale aperitivo, nonostante le nuvole e il tempo incerto. C'è voglia di stare fuori e soprattutto, di tornare alle vecchie abitudini. Una riapertura tanto attesa, sia dagli avventori che dagli esercenti, anche se per questi ultimi, il passaggio in zona gialla non è stato così semplice, soprattutto per la mancanza di chiarezza da parte del Governo sulla questione delle direttive da rispettare. Tuttavia, nel complesso si percepisce una grande soddisfazione e molto entusiasmo per il ritorno al rito dell'aperitivo “in presenza”. “Ci sono vibrazioni molto positive – dichiara il titolare di un locale di piazza Barbacan -. È bellissimo poter stare in mezzo alle persone, soprattutto il poterlo fare dopo le 18. Speriamo solo che cambino idea anche sul coprifuoco”.

WhatsApp Image 2021-04-26 at 21.58.34(1)-2

Nelle zone più gettonate per l'appuntamento pre-cena, via Torino e piazza Barbacan, si beve, si ride e ci si dimentica per un po' della pressione dell'emergenza sanitaria in atto, anche se tra i presenti non mancano le preoccupazioni.“Secondo noi non dovevano riaprire così presto – dichiarano tre giovani - Noi le regole le rispettiamo e siamo ben distanziati, ma questo non vale per tutti. Ad ogni modo, è piacevole ritrovarsi. Non facevamo un aperitivo da ben sei mesi”. Nonostante i timori generali, i più si godono il momento con spensieratezza: “sembra quasi di essere tornati alla normalità - conclude un gruppo di amici -. L'uomo è un animale sociale, ha bisogno anche di questo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tavoli e bicchieri pieni: Trieste festeggia la zona gialla con l'aperitivo in centro

TriestePrima è in caricamento