menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trieste incontra Chicago: l'ex Macaki diventa l'hamburgeria Hamerica's

Apre all'ex Macaki il nuovo locale che porta l'atmosfera di Chicago a Trieste: menù tipicamente americano e tanta cura per l'arredamento

La magia di Chicago a Trieste? Sì, è possibile grazie ad Hamerica's, il locale che il 23 marzo dalle ore 20.00 presenterà alla nostra città la buona cucina degli States in viale XX Settembre 39 (ex Macaki). Un' hamburgeria che presenta un ricco menù e che nasce con la volontà di portare il meglio della cucina americana in Italia. Hamerica's, infatti, vanta già diversi punti vendita nel nostro paese, ognuno ispirato ad una città americana diversa.

«Il nostro obiettivo è portare "una città nella città". In questo caso Trieste era perfetta per ospitare Chicago,"la città del vento":si sposa benissimo con "la città della bora"» ha spiegato l'amministratore delegato Riccardo Boggiani e Ivan Totaro, uno dei fondatori.

«Vi presentiamo una ricetta di burger unica in Italia inventata dalla famiglia Totaro che, con una presenza assidua in America, è tornata in Italia con questo nuovo progetto. Si tratta di un percorso che tocca il food, ma anche l'idea di portare nelle città sei loft americani e creare per i clienti una sorta di viaggio. Ci siamo presentati all'italia infatti con House of America diventando poi, Hamerica's».

I responsabili ci hanno anche spiegato il loro approccio con le varie strutture scelte nelle varie città: «Siamo molto felici di essere qui a Trieste: ci siamo innamorati subito. Tendenzialmente cerchiamo sempre di mantenere la struttura dei posti in cui decidiamo di aprire il locale. Il rispetto per i luoghi che hanno fatto in qualche modo la storia della città, è fondamentale. Per quel che riguarda l'arredamento, c'è sempre una ricerca accurata degli oggetti e ci ispiriamo alle case tipiche di Chicago. Nel locale troverete anche una biglietteria degli anni '30 in cui abbiamo deciso di spillare la birra»

Ma il legame con Trieste è molto forte anche per quel che riuguarda le collaborazioni che si sono instaurate e la grande rete che si sta creando: «Prevediamo di assumere una quindicina di persone qui a Trieste. I nostri fornitori sono quasi tutti locali e vogliamo davvero instaurare un vero e proprio rapporto con la città ed i triestini. Abbiamo anche deciso di dare attenzione all'ambiente: infatti offriremo una birra che verrà spillata senza l'utilizzo della CO2 e per ogni 60 litri di birra spillata, pianteremo un albero».

Il menù è molto vario: hamburger, piatti di carne, pesce e qualche panino ad hoc per i vegetariani a base di sole verdure. Il ristorante sarà aperto tutti i giorni a pranzo e a cena ma l'idea è quella di aprire anche la mattina per le colazioni ed i pomeriggi nei quali si prevedono eventi pronti a ricreare l'atmosfera della Windy city. Il costo per un pranzo o una cena si aggira attorno ai 15 euro, compresa la bibita e le patatine che di regola vengono sempre servite con gli hamburger. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento