Trieste - Lubiana in treno, alle macchinette i biglietti non sono vendibili

A due giorni dall'inizio dei collegamenti ferroviari tra la città e la capitale slovena, i titoli di viaggio per poter viaggiare sui treni si possono acquistare solamente a bordo dei convogli. In stazione la dicitura "non vendibile"

Domenica 9 settembre è stata inaugurata la tanto attesa tratta ferroviaria Trieste - Lubiana. I convogli partono dalla stazione centrale del capoluogo regionale e percorrono l'itinerario in poco più di due ore e mezza. Una notizia certamente positiva, di quelle che fanno tornare in mente gli sbuffi del vapore di quando le locomotive partivano dalla stazione di sant'Andrea (oggi Campo Marzio) per raggiungere le principali località dell'Impero asburgico. Quindi tutto secondo programma, si direbbe. 

Il "problema" 

Dopo gli annunci, il primo treno che parte e la soddisfazione del viaggiatore, ecco palesarsi una criticità: il biglietto per poter apprezzare i mercatini di Natale lubianesi, o qualche concerto di una qualche band del panorama musicale underground, dalle macchinette e agli sportelli della biglietteria non è disponibile. Questa mattina ci siamo recati in stazione centrale a Trieste e abbiamo approfittato per vedere se il servizio di erogazione dei titoli di viaggio funzioni. Risposta? No, la dicitura che appare sullo schermo delle erogatrici dei biglietti è "non vendibile". Sul sito di Trenitalia la stazione di Lubiana al momento non c'è e dopo un primo mometo di spaesamento dovuto all'utilizzo della lingua italiana (abbiamo pensato fosse stato inserito il nome sloveno, Ljubljana), la sensazione di trovarsi di fronte ad una stazione fantasma si è palesata in tutta la sua assenza. 

41512494_995899697284679_6551118212203806720_n-2

L'inaugurazione della tratta 

Le segnalazioni 

Il sopralluogo effettuato qualche ora fa è figlio di alcune segnalazioni che abbiamo ricevuto sulla mancanza del servizio. Ad onor del vero, il biglietto lo si può acquistare a bordo. Chiedendo alcune informazioni in merito al servizio ci è stato detto che probabilmente il software che gestisce la biglietteria deve essere modificato e, intorno al 22 settembre, si potranno acquistare i titoli di viaggio anche dalle erogatrici solitamente prese d'assalto dai viaggiatori. Tutto risolto? Aspetteremo il 22 e nei giorni successivi torneremo in stazione per tentare di tornare indietro nel tempo anche noi, nel periodo in cui le locomotive della Transalpina accompagnavano le persone che da Trieste guardavano con interesse, e con curiosità alla Mitteleuropa. Una sorta di Grand Tour nell'Europa danubiana. 

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Canizie precoce, cause e rimedi per prevenire la comparsa dei capelli bianchi

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Morta la bimba di 4 anni rimasta in auto sotto il sole rovente a Rovigno

  • Zalone girerà a Trieste: si cercano 1000 comparse "di tutte le etnie"

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Esercito in centro, Famulari: "Non sono la miglior accoglienza per una città turistica"

  • Risse e chiasso: licenze sospese a due bar

Torna su
TriestePrima è in caricamento