Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Trieste Pro Patria, atto vandalico contro l'Associazione

19.38 - L'Associazione: «Denunciamo altresì il clima intimidatorio che da qualche tempo aleggia in città ad opera di facinorosi secessionisti»

Trieste Pro Patria denuncia pubblicamente il grave atto vandalico compiuto ai suoi danni da ignoti fomentatori di odio italofobo che questa notte hanno proditoriamente distrutto i mega-manifesti che l'Associazione aveva  affisso per celebrare il 60° della seconda redenzione di Trieste con lo scopo di promuovere  il corteo patriottico del 25 ottobre che partirà da Piazza Guglielmo Oberdan alle ore 18 e le manifestazioni della Lega Nazionale del 25 mattina ore 11 presso ex confine di stato di Duino-Aurisina e del 27 alle ore 17 presso il ridotto del Museo Revoltella.

Trieste Pro Patria denuncia altresì il clima intimidatorio che da qualche tempo aleggia in città ad opera di facinorosi secessionisti che non perdono occasione per fomentare odio; come se non bastassero gli striscioni, le bandiere e gli adesivi affissi abusivamente dai sedicenti secessionisti, anche con pericolo per la viabilità e che fanno riferimento a noti movimenti italofobi cittadini, ora questi colpiscono anche chi, come noi, affigge regolarmente i suoi manifesti nel rispetto delle Leggi vigenti.

Trieste Pro Patria respinge tali vigliacchi atti di becero teppismo pseudo-secessionista invitando la cittadinanza a stringersi intorno al Tricolore nelle manifestazioni del 25, 26,27 ottobre. Tali atti saranno denunciati alle competenti autorità affinchè venga ripristinato il tradizionale clima civile che ha sempre contraddistinto la nostra città. (si allega foto di uno dei manifesti distrutti).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste Pro Patria, atto vandalico contro l'Associazione

TriestePrima è in caricamento