Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

"Trieste Sogna": il progetto cinematografico sulla città cresce con il crowdfunding

Un vero atto d'amore per Trieste che per la prima volta diventa scenario di un film animato con la regia di Carmelo Settembrino. Tra i promotori, Mariagrazia Cucinotta e Ariella Reggio

Continua sulla piattaforma online Kisskissbankbank il crowdfunding del primo corto di animazione interamente dedicato ad una città. “Trieste Sogna” è il progetto cinematografico in fase di realizzazione  di Carmelo Settembrino, nato dalle tavole di Paola Ramella. L’idea nasce dall’incontro fortuito tra il regista e la fumettista in un noto caffè triestino e da una chiacchierata sul testo fiabesco dello sceneggiatore Guendal.

La natura letteraria del testo e il suo connubio con le tavole di Paola ispirano naturalmente al regista il linguaggio dell’animazione cinematografica: nasce così l’idea di un cortometraggio che possa riscrivere l’immaginario della città, nasce “Trieste Sogna”. Attraverso l’artificio dell’animazione e del cinema la città viene restituita al mito che la rappresenta, rinasce brillando di nuova luce, un vero atto d’amore per Trieste che per la prima volta diventa scenario di un film animato e  che per questo ha spinto gli autori a scegliere, come forma di fundaraising necessaria a coprire le spese di produzione, lo strumento del crowdfunding, letteralmente finanziamento della folla, un processo di microfinanziamento collaborativo e collettivo.

L’intenzione è di dare la possibilità all’intera cittadinanza e quindi anche alle aziende e alle realtà vive operanti nel territorio di contribuire e coinvolgersi nella realizzazione del “sogno”, per trasmettere la passione che ha travolto gli ideatori del progetto, nella convinzione che, una volta terminato, il progetto lascerà un segno indelebile nella storia della comunità triestina e non solo, trasformando il successo di quest’idea in una festa di tutti.

Coloro che contribuiscono, anche in minima parte,  diventeranno in qualche modo produttori dell’opera. Il cinema è già in sè Arte Collettiva, di gruppo,  in quanto coinvolge un numero notevole di maestranze, ma proprio per questa ragione necessita di ingenti risorse finanziarie  per essere prodotto. Quello che viene chiesto alla città  è un contributo per coprire solo una parte dei costi produttivi, per il resto il team di Trieste Sogna «promette di farvi sognare» Il trailer  del corto è  stato già proiettato  ed ha già emozionato e raccolto consensi fuori e dentro Trieste.

Al festival di Cortinametraggio a marzo ha appassionato la nota attrice siciliana Mariagrazia Cucinotta, che si è proposta come madrina del progetto. In città numerosi sono i contribuiti e le collaborazioni spontanee di chi l’ha visto e ci ha creduto, come la nota attrice Ariella Reggio o Giorgio Maggiola di “Circuito Trieste Cinema”, grazie al quale dal 20 aprile scorso è proiettato nelle sale cinematografiche del circuito (Nazionale, Fellini, Giotto, Ambasciatori) prima di ogni film in programma. Il progetto sarà partner di eventi importanti come Mare NordEst 2017 a Maggio, dove avrà come testimonial la modella triestina Susanna Huckstep, “Cartoonia” all’ente fiera di Udine a Giugno, il noto evento dedicato al mondo dei cartoni animati e numerosi altri eventi, in cui sarà anche possibile contribuire fisicamente, oltre che online al progetto. A breve, anche alla Libreria Lovat e al Caffè San Marco (in date da definire), il progetto sarà presentato dalla critica d’arte Marianna Accerboni.

«Riuscirà Trieste a regalarsi un Sogno? - esortano gli autori - Riusciremo a scrivere insieme questa fiaba contemporanea?». Intanto è possibile gustare il trailer anche su You Tube, cercando “Trieste Sogna” e iniziare a immaginarne il seguito. C'è bisogno del sostegno e dell’abbraccio dell’intera città, perché l’unico Sogno concreto è un Sogno collettivo.

Pagina Crowdfunding 

Pagina Facebook

copertina-fb4-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Trieste Sogna": il progetto cinematografico sulla città cresce con il crowdfunding

TriestePrima è in caricamento