Cronaca

Trieste, Tentato Stupro di via Rossetti: Fermati i due Assalitori

Ieri pomeriggio i Carabinieri hanno arrestato il complice di Lucaciu in piazza Goldoni 16.4.2014 | 8.30 - Ionut Florian Lucaciu (clicca sulla foto per ingrandirla), nato a Bistriţa (Romania) nel 1989, arrestato per la violenza sessuale, lesioni...

Ieri pomeriggio i Carabinieri hanno arrestato il complice di Lucaciu in piazza Goldoni

16.4.2014 | 8.30 - Ionut Florian Lucaciu (clicca sulla foto per ingrandirla), nato a Bistri?a (Romania) nel 1989, arrestato per la violenza sessuale, lesioni e rapina in seguito all'aggressione, avvenuta nella notte tra venerdì e sabato dello scorso weekend, ai danni di una sua connazionale (clicca qui per leggere l'articolo), è risultato essere anche uno dei due aggressori che hanno tentato di violentare, in pieno giorno, una ragazza di 18 anni all'interno del centro massaggi cinese di via Rossetti 23.

Roberto Giacomelli, Dirigente della Squadra Mobile della Questura di Trieste, dopo l'arresto di Lucaciu a Monfalcone, aveva dichiarato che le indagini sarebbero proseguite alla ricerca di ulteriori eventuali reati perpetrati dall'ingresso in Italia (da circa 10 giorni sul territorio nazionale). Sulla tentata violenza ai danni della 18enne cinese stavano indagando invece i Carabinieri di Trieste: ieri pomeriggio la chiusura del "cerchio" che potrebbe ridimensionare l'"allarme stupri" in città (ben due in pieno centro in meno di 48 ore).

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri hanno dunque fermato e arrestato nel primo pomeriggio di ieri, dopo averlo individuato nell'affollata Piazza Goldoni, Dragos Cristian Goghie, nato il 12 Novembre 1995 a MunBraila (Romania), anche lui senza fissa dimora (viveva con Lucaciu all'interno di una VW Golf), gravemente indiziato per la rapina e violenza sessuale perpetrata nella mattinata del 10aprile in Via Rossetti ai danni della ragazza diciottenne, unitamente a Lucaciu. Ora anche lui è detenuto nel carcere di via del Coroneo a disposizione del magistrato titolare del fascicolo Pietro Montrone.

Inoltre, le serrate e ininterrotte indagini dei Carabinieri del Nucleo Investigativo hanno determinato anche le responsabilità di un 48enne, esercente di un locale in centro a Trieste, che aveva acquistato dal Lucaciu il cellulare rubato in occasione della rapina alla 18enne cinese. L'uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Trieste per il reato di ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste, Tentato Stupro di via Rossetti: Fermati i due Assalitori

TriestePrima è in caricamento