Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

La memoria del nostro confine a bordo del treno storico

L'appuntamento è per domenica 25 agosto con partenza da Trieste e arrivo a Palmanova, passando per Gradisca d'Isonzo. Nell'articolo tutte le informazioni per trascorrere una giornata in compagnia di costumi antichi, uniformi della Grande guerra e molto altro

Immagine di repertorio

Domenica 25 agosto, nell’ambito del programma dei treni storici 2019 promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Fondazione FS, partirà alle ore 8.30 da Trieste "Il treno del Confine”. Il treno accompagnerà i viaggiatori lungo i confini che hanno diviso, tra il XVI e il XX secolo il territorio dei Friuli Venezia Giulia, visitando alcuni dei luoghi più significativi, centro di contese e guerre per il possesso del territorio, quali la città fortezza veneta di Palmanova, la cittadina di Gradisca d’Isonzo, con un passato tra dominio Veneto ed Imperiale ed infine il Sacrario di Redipuglia, luogo simbolico della “Grande Guerra. 

“Il treno arriverà a Palmanova alle ore 9.25” - spiega la vicesindaco, Adriana Danielis – “dove avrà inizio la visita guidata ai luoghi più significativi della città stellata che comprende la contestualizzazione del luogo del confine sull’enclave asburgica, la visita al Cimitero austro-ungarico e dei bastioni con l’osservazione dell’impianto urbanistico e della funzione militare della città, nonché della polveriera napoleonica e al Baluardo Garzoni con una panoramica sul confine orientale della Serenissima e del Regno d’Italia (fino al 1918)”.

Dopo la pausa pranzo libera nei locali della città, si ripartirà alla volta di Gradisca d’Isonzo con arrivo alle ore 14.43. Grazie ai bus navetta gratuiti si visiterà la cittadina, dove “il filo conduttore sarà quello della storia” - evidenzia il vice sindaco Enzo Boscarol – “in relazione alle contese tra Impero Asburgico e Repubblica di Venezia, a partire dalle Guerre Gradiscane”. Conclusa la visita si ripartirà verso l’’ultima tappa, il Sacrario di Redipuglia e la Stazione Reale dove l’Amministrazione di Fogliano-Redipuglia organizzerà una breve cerimonia a ricordo della Grande Guerra.

A bordo treno e in alcune delle visite i turisti saranno accompagnati da rievocatori sia con costumi seicenteschi sia con divise della Grande Guerra. Durante il viaggio in treno, informazioni e approfondimenti di storia, tecnica e cultura ferroviaria da parte di componenti dell’Associazione Museo-Stazione Trieste Campo Marzio

I dettagli

Partenza da Trieste  ore 8.30, con fermate a Monfalcone (8.58), Cervignano (9.13), Palmanova (9.25 arrivo - 1345 partenza), Udine (14.01), Cormons (14.21), Gorizia Centrale (14.32), Sagrado (14.32), Redipuglia (18.37), Monfalcone (18.48), Trieste (19.15)

Tariffe e biglietti

Adulto € 10, ragazzo € 5 (4/12 anni), bambini (0/4 anni) gratis. E' possibile acquistare i biglietti dal 24 agosto attraverso tutti i canali di vendita Trenitalia (biglietterie, self service, sito web e agenzie di viaggio abilitate).

Come fare per prenotare

E' possibile inoltre prenotare anticipatamente il biglietto, regolarizzando successivamente l'acquisto a bordo treno, inviando una email all'indirizzo trenistorici@fondazionefs.it indicando cognome, nome, recapito telefonico, numero di biglietti da prenotare (adulti, ragazzi 4-12 anni non compiuti). Il treno del Confine sarà il 14° dei 26 treni storici in programma nel 2019.

Un calendario molto ricco che coinvolge ben 30 Comuni e tutte le Città Capoluogo in particolare Trieste con 7 convogli dedicati. Un programma che sta facendo registrare il tutto esaurito a bordo nonché il gradimento dei passeggeri, molti provenienti da fuori regione e dall’estero, soprattutto grazie alla qualità degli intrattenimenti sul territorio che permettono ai visitatori di scoprire le bellezze della regione. Infine uno sguardo ai mesi che verranno. I prossimi appuntamenti che interesseranno Trieste saranno infatti sabato 14 settembre con il Treno di Friuli doc diretto a Udine, domenica 13 ottobre con la Barcolana Express, divenuta uno dei treni di punta del calendario e domenica 27 ottobre con il treno della Zucca da Trieste a Venzone.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La memoria del nostro confine a bordo del treno storico

TriestePrima è in caricamento