Martedì, 16 Luglio 2024
Debiti

Oltre 100 mila di debiti per gli stadi, il Comune presenta il conto alla Triestina

La cifra è comprensiva dei canoni di utilizzo degli stadi Rocco e Grezar per il periodo che va dal mese di luglio del 2019 a dicembre dell'anno scorso. Piano di rientro del debito con scadenza a maggio del 2024. Ulteriori 20 mila euro a titolo di risarcimento danni subiti dal pavimento del Salone degli Incanti, in occasione delle celebrazioni per il centenario

TRIESTE - La Triestina calcio ha un debito nei confronti del Comune per oltre 100 mila euro, importo per cui l'Unione ha chiesto ed ottenuto dall'amministrazione Dipiazza un piano di rientro con scadenza fissata al 31 maggio 2024. Nove rate da 9.188, 41 euro l'una e due da 9.188, 40, per una cifra complessiva di 101.072,49 euro, relativa a debiti contratti dal 2019 inoltrato alla fine del 2022. A dire il vero il debito contratto dall'Unione nei confronti del municipio era leggermente più alto, ovvero di 131.130,23, soldi ai quali però vanno sottratti i crediti della Triestina per la pubblicità durante l'amichevole Milan Panathinaikos e la rata di 10.588, 17 euro versata dalla stessa società rossoalabardata lo scorso 12 giugno, dopo la richiesta di rateizzazione avanzata dalla società il 5 giugno. 

Il debito nel dettaglio

Nel dettaglio si parla dell'utilizzo degli impianti sportivi Nereo Rocco e Giuseppe Grezar, con debiti e impegni di spesa comprensivi di incremento Istat. Oltre 25 mila euro a stagione per il Rocco, mentre le spese relative allo storico impianto di Valmaura oscillano tra i 17 mila euro per l'anno da luglio 2019 a luglio 2020, i poco meno di 6200 euro per il periodo da agosto 2021 a maggio 2022 e infine i 5906 euro per i sette mesi che vanno da giugno a dicembre dell'anno scorso. A tutto ciò vanno sommati oltre 22 mila euro a titolo, come indicato nei documenti, di "risarcimento danni" provocati al pavimento del Salone degli Incanti" in occasione delle celebrazioni per il centenario della Triestina. La delibera sul piano di rientro è firmata il 5 luglio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 100 mila di debiti per gli stadi, il Comune presenta il conto alla Triestina
TriestePrima è in caricamento