Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Triestina: «La società non è in vendita»

23.36 - Comunicato della dirigenza per smentire le voci riportate dalla stampa locale

In merito all’articolo apparso in data odierna sul quotidiano “Il Piccolo” intitolato “Galliani: La società alabardata? In Serie D non ci interessa”, Unione Triestina 2012 si domanda a quale titolo il signor Fabio Scoccimarro abbia offerto la società alabardata alla dirigenza dell’AC Milan. Come descritto nell’articolo, Scoccimarro, sfruttando i buoni rapporti personali con gli amministratori rossoneri, avrebbe “richiesto un eventuale interesse diretto del Milan per la Triestina” senza avere alcuna delega o autorizzazione della scrivente società per adempiere a una simile iniziativa.

Unione Triestina 2012 si interroga sull’intento e sugli obiettivi del signor Scoccimarro, che già nel mese di agosto aveva manifestato il desiderio di condurre sulla poltrona del club alabardato un non meglio specificato imprenditore romano apparentemente interessato all’acquisto della società.

Ricordando che le quote societarie del club non sono in vendita, Unione Triestina manifesta il suo disappunto per questo comportamento illegittimo perpetrato dal signor Scoccimarro e si riserva di tutelarsi legalmente al fine di preservare la propria immagine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triestina: «La società non è in vendita»

TriestePrima è in caricamento