Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Triskell 2016, torna al Ferdinandeo il festival cultura celtica: novità "rito delle fate"

Video-intervista a Betty Sulli, presidente dell'Associazione Culturale Uther Pendragon che organizza annualmente il Festival

«Anche quest’anno al Triskell tantissime novità, a partire dai gruppi dall’estero, molti belli da vedere e da sentire, estremamente scenici. Consiglio di venire a vedere gli Auli dalla Lettonia, prima volta di un gruppo di questo stato al Triskell».

A riferirlo Betty Sulli, presidente dell'Associazione Culturale Uther Pendragon che organizza annualmente il Festival.

«Ci sono molti consueti appuntamenti (solstizio, conferenze, tornei, concerti, workshop..) ma anche tante proposte nuovissime – continua – come il “rito delle fate”, un programma ricchissimo».

LA VIDEO-INTERVISTA A BETTY SULLI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Quest’anno ci sarà anche un preludio – spiega. Si parte dal 21 giugno 2016, una data a se stante, un anticipo quindi del Festival, che prenderà il via regolarmente venerdì. Verrà proposta una serata ricca, con ben due gruppi, il primo di arpa celtica molto delicato, proprio da notte del solstizio, mentre il secondo avrà atmosfere molto particolari seguite da voci narranti, danze, e rappresentazioni teatrali. Ci sarà  poi spazio a duelli storici, rievocazione spettacolare e gran finale con la celebrazione con il rituale del  solstizio».

«Ma ci sarà anche quest’anno grande spazio alla solidarietà – assicura Betty. Verranno raccolti fondi per acquistare uno (o meglio ancora due) yak, la mucca tibetana per i bambini poveri del villaggio di Choney. Il venerabile Lana Yulu Talku Rimpoche che porterà personalmente il dono in Tibet. Questo animale farà il latte, quindi un importante mezzo di sostentamento  per i bimbi. La chiameremo Triskell. Se riusciremo a raccogliere fondi a sufficienza per acquistarne due, prenderemo un maschio e lo chiameremo Trieste».

LE DATE DEL TRISKELL 2016

Infine, una riassicurazione sul fatto che il Triskell rimarrà a Trieste anche nei prossimi anni: «La città sotto questo aspetto è molto variopinta, in quanto ne sentiamo di tutti i colori. Ci vengono a riferire voci su presunti spostamenti  in Friuli e addirittura in Slovenia, piuttosto di gossip sul fatto che l’evento non si svolgerebbe più. Sono tutte leggende metropolitane prive di qualsiasi fondamento. Il Triskell rimarrà a Trieste ed il boschetto è una location ideale confermata definitivamente».

Allegati

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triskell 2016, torna al Ferdinandeo il festival cultura celtica: novità "rito delle fate"

TriestePrima è in caricamento