menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Troppo inquinamento, centro chiuso e avvertimento alla Ferriera

Due ordinanze contro l'inquinamento urbano: chiusura al traffico del centro da venerdì 29 gennaio, a martedì 2 febbraio (nella fascia oraria 15 - 20) e riduzione del riscaldamento, nonchè provvedimenti per la ferriera di Servola

Sono state firmate oggi dal Sindaco di Trieste Roberto Cosolini due ordinanze entrambe relative alla situazione dell'inquinamento atmosferico presente in questi giorni.

La prima è riferita all'inquinamento da polveri sottili (Pm10) che interessa l'intera città di Trieste - situazione che peraltro si sta verificando anche nelle altre città della regione e più ampiamente nell'intera pianura padana - e prevede la limitazione del traffico e, soprattutto, il contenimento del riscaldamento domestico, fino alla giornata di martedì 2 febbraio compresa.

Le disposizioni in questo caso sono quelle consuete, come formulate in queste circostanze in applicazione del Piano di Azione del Comune di Trieste adottato nel febbraio 2013 per far fronte a situazioni acute di inquinamento urbano.

A seguito quindi di specifica comunicazione dell’ARPA-FVG, il Sindaco ha firmato  l’ordinanza che prevede il blocco del traffico nel centro cittadino con contestuale richiesta – come detto - di ridurre il riscaldamento degli edifici e il divieto di accensione di fuochi all'aperto, per le giornate di domani, venerdì 29, sabato 30, domenica 31 gennaio, lunedì 1 e martedì 2 febbraio, nella fascia oraria dalle ore 15 alle 20.

Ordinanza che potrà venir ulteriormente prolungata, con apposita comunicazione, in caso di permanenza del fenomeno inquinante.

La seconda ordinanza, sempre a proposito di inquinamento, interessa invece direttamente la Ferriera. Questa ordinanza prescrive a Siderurgica Triestina ulteriori interventi da effettuare nel reparto Cokeria dello stabilimento di Servola a seguito del superamento (con l'ultimo dato disponibile utile ai fini di legge, quello di novembre) del valore della concentrazione annuale del Benzo(a)pirene per il 2015 rilevato nella centralina di via San Lorenzo in Selva. Tale dato peraltro è maturato in particolare a causa dei valori elevati dei primi mesi del 2015 subendo poi una forte riduzione a partire da agosto. Il Sindaco provvede comunque all'emissione dell'ordinanza, in linea con la legge regionale.

Nello stesso provvedimento, il Sindaco prescrive altresì all'azienda di adottare per l'area-ghisa precauzioni specifiche, prevalentemente di tipo organizzativo e gestionale, affinché anche lo stabilimento di Servola contribuisca alla riduzione di PM10 presenti in atmosfera in elevata concentrazione. Come detto, data anche la diffusione dei dati elevati su tutto il territorio provinciale e regionale, le cause degli sforamenti hanno certamente un carattere generale ma all'azienda si prescrive tuttavia di contribuire, per la propria parte, al loro contenimento e riduzione.

Nel complesso va sottolineato che i dati rilevati dall'Arpa attestano che sta incombendo sulla città e sulla regione una cappa di smog destinata a protrarsi per diversi giorni. L'Amministrazione comunale chiede quindi all'intera cittadinanza di adottare comportamenti il più possibile utili a una riduzione delle emissioni inquinanti.

29gen16.-Mappa-chiusura-traffico-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Autovelox: le postazioni dal 19 al 25 aprile

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 221 casi su oltre 8 mila tamponi, in calo gli isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento